A San Pietro al Tanagro si nasce di più

A Vibonati il più alto numero di divorziati

Eboli il comune con la maggiore incidenza di stranieri, Sicignano quello con il più alto tasso migratorio e Pagani il centro con la maggiore densità demografica.

Attualità
Cilento martedì 10 ottobre 2017
di Cono D'Elia
Mappa
Mappa © n.c.

Eboli il comune con la maggiore incidenza di stranieri, Sicignano quello con il più alto tasso migratorio e Pagani il centro con la maggiore densità demografica. Questi, in sintesi, alcuni dei dati statistici socio-demografici più interessanti legati ai 158 paesi della provincia di Salerno.

Si tratta di classifiche e mappe tematiche frutto di elaborazioni Urbistat su dati ISTAT e relative, a seconda del tema, alle annualità 2015/2016.

Scendendo nello specifico, per quanto riguarda la densità demografica e precisamente il numero di abitanti per km2, al primo posto, come precedentemente sottolineato, c’è Pagani con 2.986, seguito dai comuni di Scafati (2.539) e Angri (2429). Chiudono la classifica Corleto con 10, Valle dell’Angelo con 7 ed Atrani con 0.

Il dato legato all’incidenza degli stranieri, invece, vede in testa Eboli (13,4) seguito da Roscigno (13,2) e Capaccio (11,4). In coda troviamo Cannalonga, Santomenna e Corbara con lo 0,7.

Sicignano degli Alburni, con il 47,8 guida, poi, la speciale classifica legata al tasso migratorio, con Roscigno (46,9) al secondo posto. Agli ultimi tre posti troviamo, invece, Furore (- 39,1), Ottati (- 33,4) e San Mauro Cilento (- 24,4).

Per quanto riguarda l’età media, la più alta si registra a Valle dell’Angelo, con 55,50. A seguire Sacco e Sant’Angelo a Fasanella con, rispettivamente, 54,90 e 54,71, mentre il comune più ‘giovane’ è San Valentino Torio con un’età media di 37,70 , che precede Montecorvino Pugliano (38,53) e Sant’Egidio del Monte Albino (39,19)

Concentrando l’attenzione sul tasso di natalità, invece, scopriamo che in testa c’è il paese di San Pietro al Tanagro con 16,4, al secondo posto Ottati (15,9) ed al terzo Prignano Cilento (15,7). Maglia nera ai piccoli centri di Valle dell’Angelo e Sacco con 0,00.

In merito alla mortalità, il tasso più alto fa riferimento a Roscigno (33,4) seguito da Corleto Monforte (28,5) e Valle dell’Angelo (27,9). Chiudono la classifica Serre (7,2), San Valentino Torio (7,1) e Novi Velia (6,9).

Per quel che concerne, invece, l’incidenza di celibi/nubili, a dominare la classifica è Eboli (46,7) “tallonato” da Capaccio (45,5) e Bracigliano (45,4), mentre in fondo troviamo Sacco (34,1), Castelcivita (34,0) e Valle dell’Angelo (26,6).

Il dato relativo all’incidenza divorziati/e, infine, vede in testa i comuni di Vibonati e Pollica con 3,5. Chiudono Caselle in Pittari, Furore,
Sant’Angelo a Fasanella, San Valentino Torio e Ricigliano con 0,3 e Sacco con 0,2

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette