Gradimento in picchiata per il M5s

Classifica dei Sindaci italiani, i più amati ed i più odiati

Secondo il monitoraggio di Index Research, che stila semestralmente la soddisfazione nei confronti dei primi cittadini, la sindaca Raggi raggiunge ‘solo’ il 44% dei consensi.​ Al primo posto il sindaco Nardella​

Politica
Cilento martedì 03 ottobre 2017
di La Redazione
Sindaci
Sindaci © c.n.

Secondo il monitoraggio di Index Research, che stila semestralmente la soddisfazione nei confronti dei primi cittadini, ecco la classifica dei più amati e dei più odiati d’Italia.


Gradimento in picchiata per il M5s. Infatti, la classifica stilata da Index Research, in cui sono inseriti i 38 sindaci che superano il 55% di apprezzamento sull’operato espresso dai cittadini, riserva spiacevoli sorprese per i pentastellati. Virginia Raggi, sindaca di Roma, sprofondata all’88esimo posto, pertanto non viene proprio menzionata.

Secondo il monitoraggio di Index Research, che stila semestralmente la soddisfazione nei confronti dei primi cittadini, la sindaca della Capitale raggiunge ‘solo’ il 44% dei consensi.

Al primo posto della speciale classifica si attesta il sindaco di Firenze del Pd, Dario Nardella, che precede l’imprenditore e dirigente sportivo Luigi Brugnaro sindaco di Venezia eletto con il centrodestra. Chiude il podio Federico Borgna, riconfermato per la seconda volta sindaco di Cuneo lo scorso giugno al primo turno.

La classifica sindaci è stata redatta attraverso un sondaggio telefonico a livello comunale tenendo conto di un campione di 500 persone per ciascun comune, stratificato per caratteristiche socio-demografiche, contattate tra marzo e giugno 2017.

Nella classifica dei governatori dunque è Luca Zaia il Governatore più amato d’Italia: il presidente del Veneto è apprezzato dal 58,3% dei cittadini intervistati. Secondo l’istituto di ricerca diretto da Natascia Turato, dunque, a conquistare la medaglia d’oro nel primo semestre 2017 è un’amministrazione della Lega Nord.

A sorpresa, al secondo posto Sergio Chiamparino (56,4%), presidente del Piemonte eletto con il Pd. La sua è stata una vera e propria scalata: in un anno ha guadagnato ben sei posizioni accrescendo il suo consenso del 6,2%. Sul terzo gradino del podio Michele Emiliano: il Governatore della Puglia, che nel 2016 guidava la classifica, è scivolato di due posizioni, conquistando il 56,1% dei consensi, l’1,3% in meno rispetto all’ultima rilevazione.

La prima donna sindaco in classifica è Silvia Marchionini di Verbania, si aggiudica il quattordicesimo posto. Bisogna scorrere fino al ventunesimo per trovare la seconda, la M5Stelle Chiara Appendino, primo cittadino di Torino che però, dopo la luna di miele con la sua città, perde terreno e balza indietro dalla decima alla ventunesima posizione.

Da segnalare la buona performance dell’ex grillino Federico Pizzarotti: rieletto a giugno sindaco di Parma con la sua lista “Effetto Parma”, rispetto al 2016 ha guadagnato diverse posizioni ed è salito al 56,3% di apprezzamento.

La classifica Indexcittà rappresenta i Sindaci che superano il 55% di soddisfazione sull’operato espressa dai cittadini per cui non sono presenti i primi cittadini delle due maggiori città italiane, come già detto, Giuseppe Sala sindaco di Milano e Virginia Raggi sindaco di Roma, rispettivamente al 49° posto con il 54,3% e all’88° posto con il 44,4%.

Fonte: Lente Pubblica

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette