Approvata Delibera Protocollo d’Intesa per La Tutela e la valorizzazione integrata dell’Area del grande attrattore naturalistico “Monte Cervati”

Comune di Piaggine e Monte Cervati

La Giunta Comunale di Piaggine con la Delibera n. 109 del 20.11.2018, ha approvato il Protocollo d’Intesa per la “Tutela e valorizzazione integrata dell’Area del grande attrattore naturalistico Monte Cervati” intrapresa dall’Ente.

Ambiente
Cilento sabato 01 dicembre 2018
di La Redazione
Comune di Piaggine e Monte Cervati
Comune di Piaggine e Monte Cervati © n.c.

È stata approvata, in sede di Giunta comunale, la Delibera che sancisce il Protocollo d’Intesa per la “Tutela e valorizzazione integrata dell’Area del grande attrattore naturalistico Monte Cervati” intrapresa dall’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e dai Comuni di Sanza, Monte San Giacomo, Sassano, Buonabitacolo, Teggiano, Sacco, Piaggine, Laurino, Valle dell’Angelo e Rofrano per far riconoscere il Monte Cervati “Grande Attrattore Naturalistico della Campania”, da parte della Regione, ed attivare in modo coordinato, attraverso il coinvolgimento delle comunità locali, azioni di promozione e fruizione dell’Area del Cervati e di tutela e valorizzazione integrata delle risorse presenti nei territori di riferimento.

La Giunta Comunale di Piaggine con la Delibera n. 109 del 20.11.2018, ha approvato il Protocollo d’Intesa per la “Tutela e valorizzazione integrata dell’Area del grande attrattore naturalistico Monte Cervati” intrapresa dall’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e dai Comuni di Sanza, Monte San Giacomo, Sassano, Buonabitacolo, Teggiano, Sacco, Piaggine, Laurino, Valle dell’Angelo e Rofrano. Finalità del Protocollo sottoscritto dal presidente dell’Ente Tommaso Pellegrino e dai sindaci dei comuni cilentani coinvolti è, non solo, far riconoscere il Monte Cervati “Grande Attrattore Naturalistico della Campania”, da parte dell’amministrazione regionale, ma soprattutto promuovere un metodo di analisi e di progettazione unitaria territoriale che rispetti i parametri di conservazione, tutela e valorizzazione delle risorse paesaggistiche e storico-culturali identitarie, tenendo conto degli strumenti di programmazione nazionale, regionali e comunitarie. Il Monte Cervati, situato nel cuore del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, oltre a costituire “la vetta” della Campania (1.898m s.l.m.), rappresenta una delle aree protette più preziose d’Europa sia per la ricchezza di risorse e fenomeni naturali che per l’eccezionale bellezza dei luoghi e i tratti identitari legati all’uso agro-silvo-pastorale degli ambienti. Le peculiarità naturalistiche e paesaggistiche rendono quest’area una “risorsa strategica” nel contesto economico e sociale di riferimento, in grado di stimolare ed attrarre iniziative di sviluppo sostenibile locale, con benefici in termini di tutela e conservazione delle bellezze ambientali e ricadute positive anche in termini di crescita economica ed occupazionale.

L’iniziativa del Parco, - afferma il sindaco di Piaggine Guglielmo Vairo - oltre ad aprire la strada a possibili contributi regionali, ha un grande valore politico: è l’ulteriore dimostrazione dei vantaggi della coesione territoriale, un esempio di lungimiranza amministrativa che va auspicata e sollecitata in ogni sede ed in ogni contesto. Gli Enti sovracomunali ci ascolteranno solo se avremo la capacità di presentare una programmazione di sistema sul territorio”.

Lascia il tuo commento
commenti