L’“Ulivone” non corre il pericolo di essere espiantato. Parola di Francesco Palumbo

Capaccio in breve

Capaccio Paestum è molto impegnato nella cura del verde.

Attualità
Cilento lunedì 08 ottobre 2018
di La Redazione
Ulivo buono
Ulivo buono © Unico

Capaccio Paestum è molto impegnato nella cura del verde! Infatti, bisogna dare atto agli addetti alla manutenzione delle aree verdi della Ciottà dei Templi che lavorano in modo sistematico e senza risparmio di energie nel tenere in ordine gli infiniti spazi soggetti alla ricrescita continua. Ecco perché non è un sorpresa cheanche«L’ulivo secolare, per tutti l’Ulivone”, sarà salvaguardo da un eventuale espianto e , addirittura, da un’eventuale vendita.

Franco Palumbo si è assunto l’onere di preservarlo al patrimonio comunale tranquillizzando quanti hanno espresso preoccupazione per il destino dell’ulivo secolare situato nel comune capaccese: « I cittadini possono essere sicuri: questo monumento naturalistico non sarà toccato in alcun modo».

Allo stesso tempo, il comune di Capaccio Paestum invierà nei prossimi giorni delle lettere ai contribuenti “distratti” affinché possano provvedere a regolarizzare la loro posizione in merito al pagamento della tassa sui rifiuti (TARI). Infatti, da un controllo incrociato con i dati dell’anagrafe, eseguito dagli Uffici preposti, sono risultati molti contribuenti non in regola con il pagamento della TARI.

L’Ente offrirà a tali cittadini l’opportunità di usufruire del ravvedimento operoso, con il versamento di sanzioni ridotte.
Trascorsi infruttuosamente dieci giorni dalla comunicazione dell’Ente, si procederà con l’accertamento immediato a carico del contribuente con aggravio di sanzioni ed interessi come ha dichiarato l’assessore al bilancio, Donatella Raeli.

Lascia il tuo commento
commenti