Grava dei Gentili – I soccorritori degli abissi

Esercitazione interregionale di soccorso speleologico

Per conto dell'ufficio stampa del CNSAS Campania si trasmette comunicato relativo all'inizio delle operazioni per l'esercitazione di soccorso speleologico a grande profondità nel comprensorio dei Monti Alburni.

Attualità
Cilento venerdì 19 luglio 2019
di La Redazione
Ingresso della grotta (estratta dal catasto regionale della Federazione Speleologica Campana)​
Ingresso della grotta (estratta dal catasto regionale della Federazione Speleologica Campana)​ © Unico

Prende il via oggi, giovedì 18 luglio, l’ormai consueta esercitazione interregionale organizzata dalle delegazioni del centro-sud del Soccorso Speleologico del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS).

Fino a domenica 21 luglio, un *centinaio di tecnici *provenienti da *varie regioni* saranno impegnati nella simulazione di un *intervento a grande profondità*. Luogo dell’esercitazione sarà l’inghiottitoio “*Grava dei Gentili*”, che raggiunge oltre 400 mt di profondità e si sviluppa per circa 2 km. La grotta è situata nel versante occidentale del massiccio degli Alburni, in Campania, nel territorio di Sant’Angelo a Fasanella (SA), all’interno del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

La cavità naturale presenta una morfologia alquanto impegnativa dovuta ai molteplici piccoli dislivelli che si interpongono a grandi pozzi verticali (il più lungo misura 50 mt) e alla presenza di acqua.

Presenti molte delle commissioni del soccorso speleologico: Commissione Medica (Co.Med), Commissione Tecnica Speleologica (CTS) e Commissione Comunicazione e Documentazione (CCD).

La logistica dell’evento è affidata alle specifiche squadre logistiche
delle regioni partecipanti.


Lascia il tuo commento
commenti