"Un po' per genetica e un po’ per inguaribile ottimismo, noi rimaniamo fiduciosi."

L’Olimpia Cilento Resort confida in un “mare di emozioni”e sulle 3 spiagge Bandiere blu

Intervista a Renato Marandino che lavora nel “regno” dell’indimenticabile pioniere del turismo cilentano Peppino Acanfora, suo nonno

Attualità
Cilento mercoledì 20 maggio 2020
di Fabiola Scorziello
Olimpia Cilento Resort
Olimpia Cilento Resort © Unico

Il Cilento anche quest’anno conferma il suo mare tra i migliori della Costa. Dopo questa fase emergenziale, siamo già pieni di buone notizie; il Cilento con ben 18 Bandiere Blu riconquista il sogno della classica vacanza Italiana- mare e tranquillità.

Renato Marandino, direttore dell’ Olimpia Cilento Resort, risponde ad alcune nostre domande:

Olimpia Cilento Resort “ gode di una posizione sul mare ottimale per vacanze e momenti di tranquillità. Quali saranno le iniziative per quest’estate?

Esattamente. La struttura si affaccia direttamente sulla bellissima Costa di Ascea Marina e si sviluppa in pianura, così permettendo la piena vivibilità di tutti i suoi ambienti. Ciò rende l’Olimpia Cilento Resort la scelta ideale per le famiglie.

Per quest’estate abbiamo in programma molteplici iniziative, il tutto però nello scrupoloso rispetto di tutte le misure di contrasto alla diffusione del Covid-19. Ciononostante, ci aspettiamo e faremo tutto il possibile affinché l’ “esperienza-vacanza” presso la nostra struttura non sia in alcun modo inficiata o svilita dalle misure adottate. Preferiamo infatti, piuttosto, ridurre il tasso di riempimento delle camere a nostra disposizione e continuare ad offrire un servizio unico ai nostri clienti.

Il Cilento con 18 spiagge Campane premiate, tra cui anche la bellissima Ascea. Sarà un punto in più a vostro favore, cosa ne pensate?

Un risultato davvero incredibile per il nostro territorio. Basti pensare che, su 18 località campane premiate con la Bandiera Blu, ben 13 si trovano a sud di Salerno. Questo dato sottolinea ancora una volta l’immenso potenziale di questo paradiso terrestre che è il Cilento. Sono chiaramente entusiasta che Ascea possa vantare questo riconoscimento. Le dico di più. Da molteplici anni il mare cristallino di Ascea è altresì premiato con la “Bandiera Verde”, uno specifico riconoscimento attribuito annualmente dai pediatri italiani in base alla sicurezza organolettica e alla balneabilità delle acque per i più piccoli. Questo è un altro tassello che rende l’Olimpia Cilento Resort di Ascea il luogo perfetto per le vacanze di tutta la famiglia.

Nonostante il momento, sappiamo benissimo che le vostre iniziative non demordono. Come avete affrontato questo momento con le varie disdette da parte dei vostri clienti?

Non le nascondo che le disdette sono state tante e che, per affrontarle, abbiamo adottato molteplici strumenti, tutti volti a cercare di garantire la soddisfazione del cliente. Penso a Voucher, Rimborsi, flessibilità tariffaria etc..

Ciò detto, ritengo tuttavia che non bisogna commettere l’errore di standardizzare eccessivamente i processi e limitare le soluzioni possibili. Dietro ogni potenziale ospite in procinto di disdire, ci sono infatti problematiche e esigenze di disdetta di volta in volta diverse, ciascuna delle quali da ascoltare e affrontare singolarmente, al fine di offrire una soluzione ad hoc, che sia la più adeguata e soddisfacente possibile in base alle circostanze del caso.

Come si prevede la prossima stagione nel vostro Resort?

Questa credo sia la domanda più difficile che si possa fare ad un operatore turistico in questo momento. Purtroppo, essendo una situazione priva di qualsivoglia precedente, è impossibile fare previsioni attendibili. Detto ciò, un po' per genetica e un po’ per inguaribile ottimismo, noi rimaniamo fiduciosi. Sappiamo che c’è un grande desiderio di felicità e spensieratezza, nonché una grande voglia di tornare presto in vacanza: questo ci basta per fare del nostro meglio e per impegnarci ad essere pronti quando, speriamo presto, i nostri clienti decideranno che è arrivato il momento di prenotare e venirci a trovare.


a cura di Fabiola Scorziello


Lascia il tuo commento
commenti