Amira

Raffaele Daniele, nuovo Gran Maestro della Ristorazione

Questo prestigioso riconoscimento viene attribuito annualmente a tre maître, uno del nord, uno del centro ed uno del sud Italia

Contenuti Suggeriti
Cilento lunedì 18 dicembre 2017
di DIBBì
Raffaele Daniele
Raffaele Daniele © unico

Pochi giorni fa, ad Ischia, durante il Congresso dell’AMIRA, l’associazione internazionale che raggruppa i maître d’hotel italiani, Raffaele Daniele, socio dell’Amira Paestum (sodalizio che raggruppa i più bravi maître della provincia di Salerno), è stato nominato Gran Maestro della Ristorazione. Questo prestigioso riconoscimento viene attribuito annualmente a tre maître, uno del nord, uno del centro ed uno del sud Italia. Questo importante risultato, della dinamica associazione pestana, guidata dal fiduciario Raffaele Longo, conclude un 2017 che, per i nostri maître, è stato pieno di successi. Ricordiamo, a gennaio, il 1°posto di Maurizio Calabrese in una gara a Riva del Garda, poi, il 2° posto nell’evento, tenutosi a Grado, “Le Donne nell’Arte del Flambé” con Francesca Caruccio, Marika Ferrazzano e Chiara Audino, ed infine, a Gallipoli, la conquista del titolo di “Maître dell’Anno” da parte di Michele Girardi Falcone. Tutto questo non può che far onore ai nostri professionisti dell’ospitalità che da anni portano, con impegno e passione, il nome di Paestum in giro per l’Italia. Raffaele Daniele è il quinto maître dell’Amira Paestum ad avere il riconoscimento di “Gran Maestro della Ristorazione”. Negli anni passati sono stati nominati Bruno Cassese, Diodato Buonora, Francesco Grippo e Antonio Rotondaro. Ecco, in breve, qualche notizia su Raffaele Daniele: attualmente è il 1° maître e sommelier all’Oleandri Resort di Paestum. In precedenza, tra le sue esperienze più importanti, ha prestato servizio all’Hotel Le Palme e al Savoy Beach Hotel, entrambi di Paestum. Tutto questo dopo aver frequentato la scuola alberghiera di Salerno e lavorato in prestigiosi locali in Germania, Cervinia e Praia a Mare. È un vero professionista, parla tranquillamente tedesco, inglese e francese ed è molto amato dai suoi subalterni e naturalmente dai suoi datori di lavoro. Una curiosità. Subito dopo la sua nomina, è stata data la notizia su Facebook, in poco tempo oltre 700 “mi piace” e commenti dal tipo: “Sei un grande”, “Professionalità eccelsa”, “Complimenti, hai l'umiltà che ti rende davvero una persona Bella”, “Riconoscimento ampiamente meritato”, e così via. Bravo, complimenti.

Lascia il tuo commento
commenti