Piano strategico 2020-2024

Da Terna investimenti in Campania per 792 milioni di euro in cinque anni

Nel “Piano strategico 2020-2024” previsto l’ammodernamento della rete elettrica di Napoli e il riassetto della rete della Penisola Sorrentina. Importanti le ricadute occupazionali: circa 200 imprese e 850 lavoratori coinvolti.

Contenuti Suggeriti
Cilento mercoledì 11 marzo 2020
di La Redazione
Nella foto Luigi Ferraris, amministratore delegato e direttore generale di Terna
Nella foto Luigi Ferraris, amministratore delegato e direttore generale di Terna © n.c.

In collaborazione con Adnkronos. Ammontano a 792 milioni di euro gli investimenti che Terna sosterrà in Campania nei prossimi 5 anni, per lo sviluppo e l’ammodernamento della rete elettrica nella regione. È quanto emerge dal “Piano strategico 2020-2024”.

“Il Piano strategico di Terna per i prossimi cinque anni prevede in Campania investimenti per 792 milioni di euro per lo sviluppo e il rinnovo delle infrastrutture elettriche e conferma l’importanza del territorio nella strategia della società”, ha spiegato l’amministratore delegato e direttore generale di Terna, Luigi Ferraris, che ha aggiunto: “Proseguiremo nel percorso di dialogo con le comunità locali avviando iniziative di progettazione partecipata con l’obiettivo di coniugare innovazione e sviluppo sostenibile della rete elettrica. Questo consentirà, in un sistema energetico sempre più complesso e articolato, di accompagnare la transizione energetica in atto e rendere la rete elettrica regionale più sicura ed efficiente".

Tra i principali interventi previsti c’è la realizzazione del Tyrrhenian Link, l’interconnessione che consentirà di accrescere la capacità di scambio elettrico tra continente, Sicilia e Sardegna, favorendo la piena integrazione tra le diverse zone con importanti benefici in termini di efficienza; ma anche l’ammodernamento della rete elettrica di Napoli e il riassetto della rete elettrica della penisola Sorrentina con il completamento delle stazioni di Sorrento e Scafati e delle direttrici Sorrento-Vico Equense-Agerola-Lettere e Solofra-Mercato S. Sanverino-Baronissi. A questi interventi si aggiunge la realizzazione dell’elettrodotto a 380kV Deliceto-Bisaccia e la realizzazione della nuova stazione elettrica di Ariano Irpino, per nuove connessioni di impianti di produzione da fonte rinnovabile. Dell’investimento complessivo, inoltre, circa 150 milioni saranno destinati a interventi di rinnovo e manutenzione degli asset esistenti.

Positive le ricadute occupazionali, con il coinvolgimento di circa 200 imprese, 100 tra professionisti e studi e 850 fra operai e tecnici.

Terna, con 274 persone quotidianamente impegnate nello sviluppo e nella manutenzione della rete elettrica regionale, gestisce in Campania 3.447 km di linee elettriche in alta e altissima tensione e 60 stazioni elettriche