Diario di una settimana lunga e travagliata

Coronavirus: ad Auletta sono 2 i contagiati, aumentano ansia e paura

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha chiuso in entrata e in uscita quattro Comuni limitrofi ad Auletta

Cronaca
Cilento giovedì 26 marzo 2020
di Massimiliao De Paola
Il vice sindaco di Auletta, Antonio Addesso, e il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte
Il vice sindaco di Auletta, Antonio Addesso, e il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte © Unico

Si sta per concludere una settimana difficile e travagliata per Auletta e per noi aulettesi. Nei paesi limitrofi i contagi da coronavirus stanno aumentando di giorno in giorno e in maniera direttamente proporzionale sta aumentando anche la paura. Il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha chiuso in entrata e in uscita quattro Comuni limitrofi ad Auletta e precisamente Caggiano, Polla, Atena Lucana e Sala Consilina, dopo la morte di un 75enne di Bellizzi che, tra il 28 febbraio e il 4 marzo aveva partecipato ai raduni spirituali di Atena Lucana e Sala Consilina. Tra il Vallo di Diano ed il Tanagro sono già 55 i contagiati con 2 morti accertate collegate direttamente al coronavirus.

Diario di una settimana lunga e travagliata

  • 18 marzo 2020

Il sindaco di Auletta Pietro Pessolano, in una diretta facebook comunica con la sua comunità facendo trapelare involontariamente una certa commozione: “Il mio vice sindaco, la persona più vicina a me, Antonio Addesso, presenta uno stato febbrile accompagnato da mal di testa, ma niente di preoccupante. Attualmente, infatti, la temperatura è scesa grazie all’intervento del 118. Il mio vice sindaco Antonio Addesso non presenta altri sintomi ricollegabili al corona19, nel senso che non ha tosse né difficoltà respiratorie. Potrebbe quindi trattarsi di una normale influenza. Siamo convinti che è così ma noi aspettiamo. I sanitari eseguiranno i necessari accertamenti. Domani mattina sarà eseguito il tampone”.


  • 19 marzo 2020

In una diretta video sempre su facebook, il sindaco comunica (per la prima volta con la mascherina in video) di avere anche lui qualche decimo di febbre e, a scopo cautelativo e previa informazione alle autorità sanitarie, alla Regione Campania e al Ministero della Salute, di aver predisposto un’ordinanza di quarantena per lui e per la sua famiglia oltre che per i dipendenti comunali e i consiglieri comunali Luigi Vignuoli, Onofrio Cocozza e Franco Robertazzi. “Il vice sindaco è già in quarantena da un giorno - solo per precauzione” – precisa il sindaco, che poi continua: “Mi stringo attorno alla comunità di Caggiano per la perdita del caro Parroco Don Alessandro Brignone. A questo devo aggiungere che conosco il grande merito della Protezione Civile di Caggiano, penso che sia un esempio regionale, penso che sia tra quelle che funzionano meglio di tutte”. Don Alessandro Brignone è la prima vittima del Vallo di Diano scomparsa a causa del coronavirus e a questa vicenda ho dedicato un articolo specifico.


  • 20 marzo 2020

Ancora nessun contagiato ad Auletta. In giornata non arrivano aggiornamenti significativi.


  • 21 marzo 2020

È il giorno più difficile da affrontare per la comunità di Auletta. Alle 12 e 24 il vice sindaco Antonio Addesso, sul suo profilo facebook scrive: “Siccome non so contro chi lotto che mi tiene a letto con la febbre alta, ho lanciato una monetina in aria. Assumerò farmaci per bronchite da oggi. Il tampone annunciato tutte le mattine mai arrivato sia dannato!” A stretto giro, a raggelare ancora di più gli animi è un audio shock di Antonio Addesso che arriva da Italia Due: “Da 5 giorni attendo il tampone, non so contro cosa lotto”. Fanno molto preoccupare le condizioni del vice sindaco di Auletta. Ma per fortuna, a distanza di meno di 24 ore arrivano le rassicurazioni di Antonio Sica, giornalista di Italia Due: “FINALMENTE IL TAMPONE?! Per quanti mi stanno chiedendo aggiornamenti su Antonio Addesso... pare che finalmente (dopo 5 giorni e tanti sfiati) si trovi presso l’Ospedale di Polla (in una ambulanza esterna) e che gli stiano effettuando il tampone. Ovviamente per l’esito ci vorrà tempo, ma speriamo che lui stesso prima possibile possa darci buone notizie. I risultati del tampone potrebbero arrivare già nella mattinata di lunedì”.


  • 22 marzo 2020

Stamattina è stato direttamente il sindaco Pietro Pessolano a confermare dal suo profilo facebook che ad Auletta per fortuna ancora non ci sono contagiati: “Non celebriamo il funerale prima della morte, nessun positivo!!! Sarò ad informarvi”. A noi aulettesi preoccupano molto le condizioni di salute del sindaco che, collegandosi alle 10 e 31 dal suo profilo facebook, ha cercato di rassicurare la popolazione aulettese: “Vi assicuro che sto bene, stanotte la febbre è scesa sotto 37 senza aiuto di farmaci!!! La mattina sale un po’, ora è a 37,01!!! Vi prego di chiamarmi solo per fatti attinenti alla vostra salute!!! Il telefono deve essere libero per le urgenze!!! Chiedo scusa sin da ora a tutti!!!”. Alle 17 e 50 arriva, direttamente dal sindaco la notizia tanto attesa: il tampone del vice sindaco di Auletta Antonio Addesso (arrivato prima del previsto) è NEGATIVO. Faccio un post io dal mio profilo facebook per esprimere emozioni contrastanti che sovrastano il mio animo dopo questa ennesima giornata al cardiopalma: “Sono contentissimo per il vice sindaco Antonio Addesso, il cui tampone è risultato negativo e al quale faccio i miei migliori auguri per una pronta guarigione, ma ho letto che c’è un primo caso positivo anche ad Auletta. Ciò mi amareggia tantissimo! Sicuramente il sindaco Pietro Pessolano, che spero stia sempre meglio, a breve ci aggiornerà”. In serata vengo a sapere che il primo caso di contagio ad Auletta è relativo ad un uomo di 50 anni probabilmente di Contrada Tufariello. E’ il primo risultato positivo al Coronavirus ad Auletta per il momento.


  • 23 marzo 2020

Di prima mattina arriva la doccia gelata con l’ultimo aggiornamento del sindaco Pietro Pessolano: “Buongiorno di prima mattina. Penso che sia stata la nottata più amara della mia vita. Dopo l’annuncio di ieri sera dove vi ho comunicato la negatività del nostro vice sindaco Antonio Addesso, dopo poco le cose si sono complicate, hanno fatto le lastre e il suo quadro clinico ha portato una lettura diversa dalla negatività, tanto che hanno ripetuto il tampone. Ed ecco che è arrivata la doccia fredda, la cara e amara doccia fredda, cara e amara: Antonio Addesso, il nostro vice sindaco, è positivo. Quindi ora sono due le persone positive nella nostra comunità. Non c’è bisogno che vi dica quali sono i nostri stati d’animo. Dobbiamo raccoglierci tutti insieme attorno a queste famiglie e intorno a tutti noi, perché ognuno di noi può avere il nemico in casa e non ce ne accorgiamo”. Il sindaco nel corso della diretta facebook non esclude la possibilità di essere positivo: “Posso anche essere positivo. Nei prossimi giorni sicuramente sarà fatto il tampone anche a me e se sarà positivo i primi a saperlo sarete tutti voi. Vi prego, lasciate libero il mio telefono. Chiamatemi non per sapere come sto ma solo per le urgenze. Comunque, non ci scoraggiamo, non abbassiamo la guardia. Voi restate a casa. Abbraccio ognuno di voi. Buona giornata”.

Intanto, nella tarda mattinata si registra anche un augurio da parte del sindaco di Buccino Nicola Parisi proveniente dal suo profilo facebook: “Un abbraccio al vice sindaco di Auletta, positivo al coronavirus. Buona guarigione”.


  • 24 marzo 2020

Mentre mi accingo a concludere l’articolo sono ormai le 9 e 40, non mi arrivano ulteriori aggiornamenti. Quindi spedisco via e-mail l’articolo in redazione. La notte è stata fredda, la temperatura ha attorniato lo 0. La mattinata si è aperta con il sole che vuole uscire ma non ci riesce o non può. Sarà in quarantena pure lui! I fiori dei peschi, dei ciliegi e degli albicocchi, che vedo dalla finestra, sono ancora in fiore nonostante il freddo e il gelo. Stanno resistendo. Da loro dobbiamo prendere esempio. Le prossime saranno giornate di resilienza. Buona vita a tutti!!!

Massimiliano De Paola

Lascia il tuo commento
commenti