“Le donne possono dare un punto di vista diverso al cinema, siamo sulla buona strada per raggiungere la parità di genere”.

Giusy Buscemi al Giffoni Film Festival

Sarà la new entry di Doc 2 – Nelle tue mani ma è già amatissima per aver interpretato l'adorabile Teresa Iorio de Il Paradiso delle Signore, Ex Miss Italia, Giusy Buscemi una delle protagoniste di #Giffoni50Plus.

Cultura
Cilento venerdì 23 luglio 2021
di Lucrezia Romussi
Giusy Buscemi
Giusy Buscemi © Unico

Sarà la new entry di Doc 2 – Nelle tue mani, la popolare fiction Rai con protagonista Luca Argentero. Ma è già amatissima per aver interpretato l'adorabile Teresa Iorio de Il Paradiso delle Signore, uno dei ruoli che, confessa, le è rimasto nel cuore. Ex Miss Italia, Giusy Buscemi una delle protagoniste di #Giffoni50Plus.  Travolta dall’entusiasmo dei giurati, l'attrice italiana nata a Mazara del Vallo, in Sicilia, si è raccontata senza filtri.

Cosa ne pensa di questo festival?

“In queste sale ci si ricorda facilmente il fuoco che ci animava quando eravamo bambini e lo si ritrova nello sguardo di stupore di questi meravigliosi ragazzi. Da piccola il cinema mi sembrava una dimensione irraggiungibile, anche se ho sempre sognato di poter fare qualcosa di bello e di grande nella mia vita. Credo che Giffoni rappresenti una grande opportunità, sia per chi voglia fare questo mestiere, sia per chi invece ami semplicemente guardare dei film. E' una potente occasione di crescita”.

Come vive il set?

 “Stare sul set è emozionante e c'è anche una certa tensione iniziale perché un professionista tende a voler fare tutto al meglio. Ma una volta superata questa barriera si impara a concentrarsi sul proprio lavoro”.

Essere donna, nel 2021, può ancora presentare una sorte di limite per fare carriera?

“Le donne possono dare un punto di vista diverso al cinema, non necessariamente migliore, ma diverso. Ci sono sempre più serie televisive e film con protagoniste femminili, quindi credo che finalmente siamo sulla buona strada per raggiungere la parità di genere”.

Il ruolo che le ha dato popolarità è sicuramente quello di Teresa Iorio nel Paradiso delle Signore, cosa si sente di esprimere a riguardo?

 “Mi sono divertita tantissimo perché è stato un salto nella moda e nella storia degli anni Cinquanta e poi ho trovato delle similitudini con la mia storia. Anche io come Teresa mi sono trasferita da una piccola realtà territoriale in una grande città, con il mio carico di paure e aspettative. Teresa tornerà? Me lo chiedono spesso, ma non so mai che rispondere. Ogni personaggio ha un inizio, una evoluzione e una fine”

È affascinata dalla danza vero?

“Ho preso lezioni di danza e questa cosa mi ha riempito di energia, perché sono una persona a cui piace molto ballare”.

Tra le donne a cui ha prestato volto e voce, oltre che carica emotiva, c'è poi Elena Cecere di C'era una volta Studio Uno, come ha vissuto quell’esperienza interpretativa?

“Ho riscoperto un mio vecchio hobby, il pianoforte. Ho preso lezioni quando ero in terza media, poi ho interrotto. Adesso che ho un marito bravissimo a suonare, ho deciso di provarci anche io e di rispolverare questa antica passione”. Top secret il personaggio che interpreterà nella seconda stagione di Doc: “Posso solo dire che la stagione è ambientata nel post pandemia ed io proverò ad aiutare le persone a superare questo momento delicato”.

Un consiglio per i giovani giurati?

“Prendersi cura degli altri è fondamentale. L'ho capito ancora meglio da madre. Avere al nostro fianco qualcuno di cui sappiamo di poterci fidare, che ci vuole bene e che è pronto a darci un consiglio, è fondamentale per andare avanti e scoprire anche molte cose di noi stessi”. 

Lascia il tuo commento
commenti