Il premio speciale alla Cultura è andato ad Alfonso Andria.

XXXI Edizione di “Libri Meridionali – Editoria del Sud”

Nel corso della serata sono stati assegnati dei riconoscimenti: a “Largolibro Edizioni”, ritirato dall’avvocato e scrittore Lucio Mercogliano; premio Giornalismo a Clodomiro Tarsia; premio Autore a Giuseppe D’Amico.

Cultura
Cilento lunedì 26 luglio 2021
di Giuseppe Ianni
“Libri Meridionali – Editoria del Sud” - XXXI EDIZIONE
“Libri Meridionali – Editoria del Sud” - XXXI EDIZIONE © web

Si è aperta a Castellabate una nuova estate dove il “Profumo di Libri” si ravviva con maggiore intensità fra le mura dell’antico maniero. Così, con una magnifica cerimonia di inaugurazione si è aperta la XXXI Edizione di “Libri Meridionali – Editoria del Sud” che ha trovato nei saloni del castello di Castellabate la meritoria location di questa longeva Rassegna libraria, fondata ed ancora oggi coordinata dal professor Gennaro Malzone. Un pubblico che da anni segue l’evento librario, ha fatto da cornice nel Salone d’onore dove si sono susseguiti gli interventi fra cui il sindaco Luisa Maiuri la quale ha tenuto a sottolineare la vicinanza dell’amministrazione Comunale alla Rassegna, che da anni concede la sua disponibilità. Nel corso della serata sono stati assegnati dei riconoscimenti: a “Largolibro Edizioni”, ritirato dall’avvocato e scrittore Lucio Mercogliano; premio Giornalismo a Clodomiro Tarsia; premio Autore a Giuseppe D’Amico e premio speciale alla Cultura ad Alfonso Andria. Significativo l’intervento di D’amico che ha rimarcato il valore del libro e lo sforzo che le case editrici stanno compiendo per far fronte al mercato, concetto ribadito anche da Clodomiro Tarsia che esalta il ruolo della Rassegna mettendo in evidenza un’editoria del Sud che non è minore se non per le limitate tirature.  Alfonso Andria ha rimarcato il valore culturale che da sempre assume la Rassegna libraria su un territorio che ha grandi tradizioni culturali, queste devono continuare e la diffusione del libro è un vettore fondamentale.  L’instancabile organizzatore professore Gennaro Malzone propone una grande partecipazione con 47 case editrici, mettendo in evidenza le loro ultime novità editoriali che, con oltre 2600 volumi, danno alla rassegna un grosso prestigio. Molte case editrici, provenienti da tutto il Sud, ogni anno assicurano la loro presenza in quanto, la rassegna costituisce una grande vetrina ed un’opportunità di visibilità.  Infatti, sono presenti editori storici come: Galzerano, Il Saggio, Largolibro Edizioni, D’Amato Editore, Cairos Edizioni, Realtà Sannita, Centro di Promozione per il Cilento, D’Amico Editore, Ippogrifo, Capone Editore, Gaia Editrice, Apicella Editore, Controcorrente, Plectica Edizione, Edizioni Scientifiche Italiane Arci Postiglione ed altri. 

Così Castellabate si propone ancora una volta come “Cittadella del Libro” ed apre per il trentunesimo anno consecutivo la consueta Rassegna Libraria che risulta la più longeva fiera del libro del Meridione. In questo modo è partita l’importante vetrina Editoriale inaugurata il 17 luglio che si protrarrà fino al 30 agosto. Ogni sera un incontro con un autore ed un editore e quel pubblico di appassionati della lettura che si danno appuntamento ogni anno a Castellabate per una vacanza diversa che, oltre agli arenili dorati ed al buon cibo trovano il piacere ed il profumo del libro. Anche questa edizione è patrocinata dal Comune di Castellabate, coadiuvato dall’ufficio Cultura e Turismo e dal Centro di Promozione Culturale per il Cilento. 

Sono attesi noti scrittori sia a luglio che ad agosto, con belle serate che vedranno la presenza sia del mondo universitario che accademico ed un pubblico intellettuale che sceglie Castellabate per una vacanza diversa. Concordi gli organizzatori della rassegna perché convinti che un territorio per qualificarsi maggiormente ha bisogno di investire nella cultura.  

                                                                                     Giuseppe Ianni  

 

Lascia il tuo commento
commenti