È stato finalmente possibile degustare riso alle mandorle, limonia di polli, ceci bolliti e focacce di castagne!

ROCCADASPIDE: FESTA DEI SANTI PATRONI ALL’INSEGNA DELLA TRADIZIONE

In occasione delle festività dei Santi Sinforosa e Getullo, si sono svolte una serie di manifestazioni con chiaro taglio culturale, allo scopo di recuperare le caratteristiche peculiare del nostro centro.

Cultura
Cilento giovedì 03 gennaio 2019
di La Redazione
Piazza XX Settembre, al centro di Roccadaspide
Piazza XX Settembre, al centro di Roccadaspide © Unico Settimanale

Con l’organizzazione della Proloco, anche quest’anno, in occasione delle festività dei Santi Sinforosa e Getullo, si sono svolte una serie di manifestazioni con chiaro taglio culturale, allo scopo di recuperare le caratteristiche peculiare del nostro centro.

Il giorno 15 luglio vi è stata la rappresentazione della cena con antiche ricette medioevali e figuranti in abiti d’epoca. Svoltasi nella suggestiva cornice di Piazza XX Settembre, la manifestazione è stata caratterizzata dalla distribuzione ai cittadini di queste pietanze, preparate nei vari ristoranti della zona. In particolare è stato possibile degustare riso alle mandorle, limonia di polli, ceci bolliti e focacce di castagne.

Il giorno 16 luglio è stato organizzata la festa dell’organetto, strumento musicale molto diffuso nelle nostre zone e chiaro esempio delle tradizioni locali. Interessante, in proposito, il movimento giovanile che si sta sviluppando attorno a questo strumento e alla cultura che da esso scaturisce.

Il giorno 17 luglio si è svolta la terza edizione dei giochi rocchesi in costume, ai quali hanno partecipato squadre appartenenti alle varie zone del paese. Anche quest’anno la vittoria è andata alla squadra di Portella, che ha preceduto Fonte, Perillo e Campanetto. I partecipanti si sono cimentati nei seguenti giochi: marcia dei mattoni, palo della cuccagna, corsa coi sacchi, la pignatta, tiro alla fune e corsa dell’asino. Buona la partecipazione degli spettatori e il comportamento dei giudici di gara Francesco e Claudio Ricco, Tommaso Lombardi, Flavio Russo e Fabio Marranzino. Nel corso della serata si segnala l’esibizione degli sbandieratori di Cava dei Tirreni.

La festa è continuata anche nei giorni 18 e 19 luglio, grazie all’organizzazione del locale comitato. Il giorno 18 si segnala l’ottima esibizione del concerto bandistico Città di Noci, condotto mirabilmente dal prof. Paolo Addesso. Alla fine della serata l’immancabile spettacolo pirotecnico.

Il giorno 19 vi è stato infine lo spettacolo di un gruppo musicale. Insomma,per un’estate che per il resto non ha offerto nulla, bisogna accontentarsi di questa serie di manifestazioni che hanno avuto una buona riuscita.

Lascia il tuo commento
commenti