Il direttore generale Antonio Marino: «Preferiamo da sempre fare 10 mutui da 10mila euro che uno da centomila». Trend in aumento anche per i nuovi conti correnti aperti: 2414 al 31 ottobre rispetto ai 2446 nell’intero anno 2017

BCC DI AQUARA: CRESCONO I PRESTITI

Trend della Bcc di Aquara in crescita anche per i nuovi conti correnti aperti, a fine ottobre 2.414 contro i 2.446 del 2017.

Economia
Cilento mercoledì 28 novembre 2018
di La Redazione
ANTONIO MARINO
ANTONIO MARINO © Unico

La Banca di Credito Cooperativo di Aquara ha continuato quest’anno ad erogare credito in misura ancora più consistente rispetto all’anno 2017. A fine ottobre deliberati nuovi fidi per circa 84,3 milioni di euro pari al 101,8% dell’importo nel 2017. Se tale trend di crescita si protrarrà fino alla fine del 2018, questa percentuale potrebbe superare il 120% di nuovi fidi deliberati quest’anno rispetto al 2017.

«Significherebbe che nel 2018 andremmo a deliberare nuovi fidi per il 20% in più rispetto al 2017. - sottolinea il direttore generale Antonio Marino - Percentuale di crescita che già registrammo lo scorso anno rispetto al 2016. La domanda non sarebbe certo così sostenuta se i nostri tassi non fossero convenienti e se non fossimo concorrenziali rispetto al mercato. Questo avviene in una cornice dove diminuiscono i crediti deteriorati della nostra Banca, le sofferenze nette sono al di sotto del 2% dei crediti in bonis. Aumentano, invece, in maniera molto salutare le svalutazioni dei crediti a copertura delle partite». Marino aggiunge: «Si mantiene forte la domanda di credito presso la nostra Banca in quanto, oltre ai fidi deliberati, altri non sono stati accolti e quindi il volume complessivo dei crediti richiesti complessivamente ai nostri sportelli va oltre le percentuali di cui sopra. Le Bcc, in totale controtendenza, fanno credito. I sondaggi ci dicono che uno dei fattori principali per cui un soggetto apre il rapporto con una banca è la vicinanza fisica dello sportello. Infatti i nostri sportelli registrano ogni giorno sempre presenze in crescita».

Trend della Bcc di Aquara in crescita anche per i nuovi conti correnti aperti, a fine ottobre 2.414 contro i 2.446 del 2017.

«A fine anno arriveremo ad aprire ben 3.000 nuovi conti. I nuovi conti correnti sono la cartina al tornasole della capacità della Banca di essere conveniente per i propri clienti», sottolinea Marino.

«La Bcc di Aquara da sempre pratica un forte e salutare frazionamento del credito erogato. Il prestito medio erogato è di euro 23.000. La testimonianza della forte politica creditizia della Banca tesa a frazionare il rischio ma anche la prova della scelta strategica di favorire, da sempre, i piccoli clienti anzichè i grossi prenditori di credito. - conclude il dg Marino - E’ la nostra missione di sempre ossia dare ascolto e soluzioni rapide ai clienti più piccoli, quelli che le altre banche privilegiano di meno. Da noi preferiamo ancora fare 10 mutui da euro 10.000 ciascuno anziché uno da euro 100.000».

Lascia il tuo commento
commenti