Sappiamo ancora come suscitare un sorriso?

Il sorriso dei bambini

"Il bambino, bisogna farlo ridere. È più importante farlo ridere che rivelargli chissà quali misteri. Il dialogo è ridere insieme."

I Piccoli
Cilento lunedì 22 febbraio 2021
di La Redazione
Il sorriso dei bambini
Il sorriso dei bambini © web

Oggi ti proponiamo una riflessione a partire dalle parole di Gianni Rodari:

“Il bambino, bisogna farlo ridere. È più importante farlo ridere che rivelargli chissà quali misteri. Il dialogo è ridere insieme. Il riso è la cosa in più, il dono inatteso, l’al di là della protezione e della sicurezza. Ridete con lui, è vostro per la vita.

Divertitevi con lui, divertitelo, arrivate alla molla del riso scatenato, senza più né senso né misura: è una conquista i cui effetti dureranno per un tempo incalcolabile. E chi non vorrebbe essere ricordato dal figlio come l’uomo con cui si sono fatte quelle risate matte, liberatrici, educatrici…

Volete un altro aggettivo? Catartiche. Bisogna aver riso col bambino al di là di ogni equilibrio, perché l’equilibrio sia un ritorno riposante, una sensazione rasserenante, e non una conquista”.

Sappiamo ancora come suscitare un sorriso? Siamo capaci di far ridere i nostri bambini, di far comprendere loro che non siamo figure lontane e distaccate ma che amiamo la vita tanto quanto loro? Naturalmente è impossibile generalizzare (ogni famiglia è felice o infelice a modo suo), ma capita sempre più spesso vedere mamme e papà attaccate/i al loro smartphone. Purtroppo, in questo modo ci si allontana dai bambini e la comunicazione in famiglia finisce per affievolirsi.

Non serve cercare chissà quali risposte sul web: il mestiere del genitore è un non-mestiere, si vive alla giornata. Gli ingredienti fondamentali sono la passione e la capacità di sorridere. Il resto viene da sé. Gianni Rodari lo aveva capito benissimo. E noi?

Lascia il tuo commento
commenti