Carl Gustav Jung aveva studiato i mandala e l’arte del colorare come tecnica di rilassamento.

I mandala

Quando siamo noi a disegnare o a colorare un mandala, ecco che la nostra opera può diventare una rappresentazione del nostro mondo interiore e del nostro stato d’animo in quel momento.

I Piccoli
Cilento sabato 08 maggio 2021
di La Redazione
Colorare i mandala
Colorare i mandala © web

I mandala, parola che in sanscrito significa “cerchio”, rappresentano, secondo  la tradizione orientale, un simbolo dell’universo. I mandala tradizionali vengono realizzati ancora oggi con finissima sabbia colorata e immensa pazienza dai monaci tibetani, per poi essere distrutti poco dopo il completamento dell’opera per ricordare che nulla dura per sempre.

Quando siamo noi a disegnare e/o a colorare un mandala, ecco che la nostra opera può diventare una rappresentazione del nostro mondo interiore e del nostro stato d’animo in quel momento.

Di solito i mandala si colorano partendo dal centro e procedendo verso l’esterno. In questo modo i mandala ci incoraggiano ad una maggiore apertura verso gli altri che parte comunque dalla necessità primaria di conoscere innanzitutto se stessi.

Sono tanti i benefici del colorare sia per gli adulti che per i bambini. Secondo la psicologia moderna i mandala sono una rappresentazione del nostro io e delle emozioni che proviamo mentre coloriamo. Carl Gustav Jung aveva studiato i mandala e l’arte del colorare come tecnica di rilassamento. Considerava i mandala come simboli vivi in grado di avere effetti benefici sulla mente.

Se creare dei mandala di sabbia colorata come le fantastiche opere dei monaci tibetani non è alla nostra portata, non dobbiamo scoraggiarci. Infatti è molto semplice trovare degli album di mandala da colorare o dei disegni di mandala in bianco e nero da stampare dal web pronti ad accogliere i colori con cui sceglieremo di decorarli. Possiamo colorare i mandala con i pastelli o con i pennarelli ma anche con le tempere o con i colori acrilici a seconda delle nostre capacità artistiche. Se pensate di aver dimenticato come si colora, forse è davvero arrivato il momento di ricominciare. Potrete partire dai mandala più semplici per poi passare a disegni più complessi e ricchi di dettagli.

Lascia il tuo commento
commenti