Il segreto di Google? Riportare le pagine citate da un maggior numero di link!

​Google: quando è nato e chi lo ha inventato

"Oggi Google è il sito più visitato al mondo e il suo logo cambia spesso, per ricordare un avvenimento, una ricorrenza o una notizia importante."

I Piccoli
Cilento mercoledì 18 marzo 2020
di Gina Chiacchiaro
Logo di Google, dietro la lente
Logo di Google, dietro la lente © web

Quando hai un dubbio o una curiosità, la prima cosa che fai è andare su Google a cercarla: Google è il più famoso motore di ricerca del web. Ma chi l'ha inventato? E quando?

Google è nato il 27 settembre 1997 dall'idea di due studenti americani dell'Università di Stanford: Larry Page e Sergey Brin. Google non è il primo motore di ricerca in assoluto: i due inventori, però, furono più bravi di altri a scoprire un modo per rendere più efficace, veloce e completa la ricerca.

Secondo Page e Brin le pagine citate da un maggior numero di link potevano essere considerate le più importanti e autorevoli: ecco perché Google dà quasi sempre dei risultati attendibili.

Il nome scelto, Google, deriva dal googol, un numero pazzesco composto da 1 seguito da 100 zeri. Page e Brin avrebbero voluto chiamare il loro motore di ricerca proprio Googol ma, quando cercarono di registrare il nome, scoprirono che era già stato utilizzato. Decisero così per un nome simile, Google, che poteva far riferimento sia al binocolo (in inglese si dice googles) sia al verbo to google (strabuzzare gli occhi dalla sorpresa).

Oggi Google è il sito più visitato al mondo e il suo logo cambia spesso, per ricordare un avvenimento, una ricorrenza o una notizia importante. Questo speciale logo di Google modificato prende il nome di Doodle.

Lascia il tuo commento
commenti