Non ci concederemo vacanze di settimane ma i viaggi saranno brevi

Cresce la voglia di andare in vacanza

Dopo un ovvio stop dei mesi scorsi, salgono le intenzioni di fare le valigie tra giugno e agosto

I Piccoli
Cilento mercoledì 24 giugno 2020
di Gina Chiacchiaro
Andare in vacanza
Andare in vacanza © web

Buone notizie per il turismo, cresce la voglia di andare in vacanza degli italiani. Dopo un ovvio stop dei mesi scorsi, salgono le intenzioni di fare le valigie tra giugno e agosto. Non ci concederemo vacanze di settimane ma i viaggi saranno brevi. L’orientamento è di stare fuori per tre giorni e sale l’appeal per la montagna.


Andare in montagna

Il motivo è ovvio: spazi aperti e più sicuri. Purtroppo la paura del coronavirus è ancora viva in noi. Prende quota la vacanza nel verde e crolla quella per il mare. Stesso discorso vale per il turismo culturale: le città d’arte non saranno tra le mete gettonate. Si cercherà di fare a meno di visitare musei, monumenti e mostre. La propensione è di stare all’aria aperta ma sempre avendo il giusto distanziamento sociale.

La crisi delle città d’arte

La poca propensione a fare le vacanze nelle città d’arte è una doccia fredda non solo per le attività turistiche ma anche per i negozi al dettaglio. Meno turisti nelle città vuol dire anche meno affari per tutti. Lo shopping è tra gli obiettivi della vacanza meno citati. Un campanello di allarme per quelle attività dei servizi e del commercio locali che confidano sui turisti, ben più che sui residenti, per realizzare i loro obiettivi di volume d’affari.

Vacanze brevi

Stare massimo tre giorni fuori casa è l’idea prevalente degli intervistati. Cresce la voglia di andare in vacanza ma non i giorni per godersi il relax. Allontanarsi da casa non è tra le priorità e molti resteranno nella propria regione anche per favorire l’economia territoriale.

Lascia il tuo commento
commenti