Ci sono fiabe, come “La Bella e la Bestia”, che risalgono ad epoche in cui potevano solo essere raccontate.

C’era una volta… ma quanto tempo fa?

Tutte le fiabe risalgono a tempi antichi, hanno la caratteristica di non mentire mai e sono magiche…quindi quel “C’era una volta…Tanto tempo fa…” è ovunque noi vogliamo e quando vogliamo!​

I Piccoli
Cilento lunedì 20 luglio 2020
di Gina Chiacchiaro
C'era una volta...
C'era una volta... © web

C’era una volta… quante volte abbiamo ascoltato fiabe che iniziano in questo modo ma questa “volta”, in realtà, quando è stata per davvero? Ci sono fiabe, come “La Bella e la Bestia”, che risalgono ad epoche in cui potevano solo essere raccontate. Il nome di Cenerentola, la fanciulla che perde la scarpetta allo scoccare della mezzanotte, potrebbe essere di origine egiziana ed avere circa 3000 anni, anche nella lontana Cina veniva raccontata la storia di una ragazza a cui un principe chiedeva di indossare una scarpetta. Sembra che ne esistono più di 300 diverse versioni, sparse nel mondo. In Italia, la prima versione scritta di Cenerentola risale al 1634 ad opera di Giambattista Basile, nello stesso periodo in Francia, ne scrisse una Charles Perrault, mentre la versione dei famosissimi Fratelli Grimm è del 1812, con Cenerentola che si trova ad indossare non una scarpetta di cristallo, ma addirittura d’oro! E che dire di Raperonzolo, rinchiusa nella torre, e della sua lunghissima treccia… di anni ne ha compiuti circa 4000! Parlando del fatto che tutte le fiabe risalgono a tempi antichi, hanno la caratteristica di non mentire mai e sono magiche…quindi quel “C’era una volta…Tanto tempo fa…” è ovunque noi vogliamo e quando vogliamo!

Gina Chiacchiaro

Lascia il tuo commento
commenti