“Chi sbaglia deve assolutamente pagare e quando gli errori compromettono il futuro dei nostri figli allora bisogna essere ancora più intransigenti."

Tommaso Pellegrino plaude l’apertura del Centro vaccinale di Sassano

"Ora fare chiarezza sull’ultima operazione contro lo sversamento di rifiuti illeciti nel Vallo."

Servizi
Cilento lunedì 03 maggio 2021
di Antonella Citro
Il consigliere regionale Tommaso Pellegrino
Il consigliere regionale Tommaso Pellegrino © web

Mercoledì 21 aprile è stato inaugurato il Centro vaccinale di Sassano nei locali messi a disposizione dal Comune. Alla cerimonia era presente anche il consigliere regionale Tommaso Pellegrino. “Ringrazio il sindaco, Domenico Rubino, l’ Amministrazione Comunale, il Distretto Sanitario e l’Asl di Salerno insieme a tutti gli operatori sanitari coinvolti per questa importante iniziativa – ha affermato Pellegrino capogruppo di Italia Viva in Consiglio Regionale -  l’auspicio è quello di implementare i centri vaccinali cercando di realizzarne uno per ogni comune, soprattutto  nelle Aree Interne della Campania, in modo da poter migliorare il servizio ai cittadini evitando loro spostamenti onerosi e lunghe file di attesa”. “Con l’incremento del numero dei Centri - ha continuato Pellegrino -  e la disponibilità offerta dai Medici di Medicina Generale e di ulteriori operatori sanitari a collaborare in questa straordinaria opera di vaccinazione collettiva, potremo raggiungere gli standard indicati dal Commissario Figliuolo”. “La Campania, del resto, è già tra le prime regioni in Italia per numero di dosi somministrate rispetto ai vaccini ricevuti, prova evidente che la macchina organizzativa della Regione Campania continua a essere sempre più operativa”, ha concluso Pellegrino. Il consigliere regionale di Italia Viva è poi intervenuto sull’ultima operazione condotta nel Vallo di Diano dalle DDA di Potenza e Lecce finalizzata a sgominare traffici illeciti di rifiuti in quest’area a sud della provincia di Salerno. Lo scorso venerdì 23 aprile, intanto, Pellegrino, ha presentato un’interrogazione a risposta immediata proprio sullo sversamento illegale di rifiuti nel Vallo di Diano. In questa interrogazione il Consigliere Pellegrino ha posto l’attenzione sulle misure da adottare a salvaguardia delle realtà territoriali interessate dall’azione criminosa, emersa dalle attività investigative portate avanti dalle Procure di Potenza e Lecce. “Dalle indagini - ha detto -  pare emergere un articolato sistema criminale, operante nel Vallo di Diano, dedito al traffico e allo sversamento illegale di rifiuti. Ho proposto che si attivi anche attraverso un eventuale trasferimento di risorse finanziarie un’azione di monitoraggio ambientale da parte di Arpa Campania, impegnandola alla esecuzione di specifici accertamenti tecnici, tesi ad analizzare lo stato delle matrici ambientali sui territori al centro delle indagini” E poi chiarisce: “Lo scopo della mia iniziativa è quello di rassicurare la popolazione e il mondo produttivo del Vallo di Diano che seguono con preoccupazione l’evolversi della attività di indagine condotta dalle Procure antimafia. Sono certo di poter contare sulla incessante azione di contrasto ai fenomeni malavitosi condotta dal Presidente De Luca e dalla Giunta regionale”. Infine il consigliere Pellegrino chiarisce: “Chi sbaglia deve assolutamente pagare e quando gli errori compromettono il futuro dei nostri figli allora bisogna essere ancora più intransigenti. La cosa che fa ancora più rabbia è l’utilizzo della nostra Terra per attività criminose che seminano inquinamento, pericolo e morte. Dobbiamo continuare a mantenere alta l’attenzione, chiederò sia alla Commissione Anticamorra e sia alla Commissione Attività Produttive un’audizione sui temi dei rapporti tra economia e criminalità organizzata”.

Antonella Citro

 

Lascia il tuo commento
commenti