Annalisa Maffia Fotografa: social e carriera.

Fotografare, cosa significa?

Fabiola Scorziello Il potere della condivisione !
Cilento - giovedì 19 marzo 2020
Annalisa Maffia
Annalisa Maffia © N.C

Annalisa Maffia Fotografa, racconta la propria passione poi divenuta lavoro attraverso questa breve intervista .

Che rapporto hai con i social?

Uso molto i social, soprattutto Instagram. Li uso per pubblicizzare i miei servizi e mi piace mostrare i lavori che faccio. Trasmettere la mia passione attraverso le stories per capire anche il parere delle persone e migliorare sempre mi entusiasma.

Da dove nasce la tua passione per la fotografia?

Volevo un modo per esprimermi,per esprimere qualcosa che avevo dentro,qualcosa che non voleva uscire.

Ho iniziato a fotografare per immaginare cosa sarebbe stato se " ... Se una mamma avesse accarezzato il suo pancione per sentire il suono del rumore del proprio bimbo sulle sue mani, se un bimbo iniziasse a sorridere perchè i suoi genitori da dietro gli fanno le smorfie, se un sì avanti all'altare avesse cambiato l'amicizia in amore per sempre, se un ragazzo e una ragazza si sentissero per la prima volta regine e re di questo mondo nel loro diciottesimo compleanno. Ho iniziato a fotografare tutto ciò che non mi è mai appartenuto per far godere agli altri la felicità che non ho avuto e regalare sorrisi a tutti quelli che ne hanno il diritto.

La mia vita non è stata facile , sono cresciuta troppo presto ed ho imparato ad apprezzare le piccole cose , con questo atteggiamento sono riuscita a realizzare tutti i miei sogni e fare forza solo su me stessa , la fotografia mi ha aiutato ad esprimermi a 360 gradi.

2) Da cosa ha avuto inizio la tua carriera?

La mia carriera ha avuto inizio nel 2012 con i primi makp, i primi Book fotografici che realizzavo gratuitamente per le mie amiche e amici, le prime foto per le sfilate di moda locali e le serate in discoteca citando una delle più importanti famiglie per me : il gruppo Martedì d’Estado.

3) Cosa significa per te "fotografare" ?

Fotografare per me significa" vivere". Non riuscirei a resistere al fatto di non poterlo fare.

È la mia essenza trasformata in macchina fotografica, con lei mi sento sicura e mai fuori luogo. È una sorta di corazza che uso per proteggermi ; fotografare per me significa andare oltre a tutte quelle barriere del tempo, fermandoci in un solo instante eterno.

4) Quali sono i servizi che offri ai tuoi clienti?

Offro servizi fotografici soprattutto per bambini , nascite e compleanni, ma anche eventi pubblicitari , fotografia pubblicitaria e wedding .

5) Il prossimo obiettivo da realizzare?

Il prossimo obiettivo da realizzare in realtà è già stato realizzato, quando ho deciso di intraprendere questa carriera con molte difficoltà all' inizio , ma con tante soddisfazioni nel corso degli anni.

Mi piacerebbe concentrami soprattutto sulla fotografia per neonati e bambini , ovviamente continuando a fotografare anche il resto .

Lascia il tuo commento
commenti