"Nel lungo periodo lo scenario non cambierà, anzi, diventerà mortale per l'economia con previsioni di perdita gravi per queste imprese che daranno luogo a pesantissime ricadute sociali"

FenImprese Salerno "Covid-19, il decesso del settore turistico"

"S'è fatto tardi molto presto" aforisma a riscontro di "ci sarà un tempo per tutto" candidamente proclamato dal primo ministro Giuseppe Conte

Attualità
Cilento giovedì 26 marzo 2020
di Arturo Sica
Carmen Mottola, presidente FenImprese per la provincia di Salerno
Carmen Mottola, presidente FenImprese per la provincia di Salerno © Unico

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di FenImprese sull'attuale situazione economica delle imprese del settore turistico

"COVID-19, IL DECESSO DEL SETTORE TURISTICO

“S’E’ FATTO TARDI MOLTO PRESTO” AFORISMA A RISCONTRO DI “CI SARA’ UN TEMPO PER TUTTO” CANDIDAMENTE PROCLAMATO DAL PRIMO MINISTRO CONTE NELL'INFORMATIVA ALLA CAMERA DEI DEPUTATI DEL 25 MARZO.

LE MEZZE MISURE POSTE IN ESSERE DAL GOVERNO NEL DECRETO CURA ITALIA NON BASTANO A SALVARE L’ INTERA FILIERA TURISTICA IN QUANTO DI “TEMPO” I’ AGONIZZANTE SETTORE TURISTICO NON NE HA PIU’!

IL COVID-19 Può ESSERE DEFINITO UN DISASTRO SENZA PRECEDENTI, CON CENTINAIA DI MORTI AL GIORNO, PERSONE CHE RISCHIANO LA VITA PER SALVARE QUELLA DEGLI ALTRI E LA PARALISI COMPLETA DEL COMMERCIO. LA CHIUSURA TOTALE DI TUTTE LE ATTIVITà GETTA L’ ITALIA IN UN TUNNEL DI DISSESTO ECONOMICO ATTORNO A CUI ALEGGIA LO SPETTRO PEGGIORE OSSIA QUELLO DI UNA GELATA DELL’ECONOMIA GLOBALE.

LA MANCATA CONTEMPLAZIONE DI QUESTO IMPORTANTISSIMO SETTORE NEL PRECITATO DECRETO METTE COMPLETAMENTE IN GINOCCHIO UNA GRANDE FETTA DI IMPRENDITORI ESPOSTI A PAGARNE IL PREZZO PIU’ ALTO GIUNGENDO PERSINO A CHIUDERE I BATTENTI. L’EMERGENZA SANITARIA E LA PSICOSI DEL COVID-19 NON PERMETTE LA PREVISIONE DI RIPRESA NEL BREVE PERIODO, MA DI CONTRO L’ INSORGENZA DI INCALCOLABILI DANNI INDOTTI DA UNA STAGIONE ESTIVA COMPLETAMENTE COMPROMESSA.

NEL LUNGO PERIODO LO SCENARIO NON CAMBIERA', ANZI, DIVENTERA' MORTALE PER L’ ECONOMIA CON PREVISIONI DI PERDITE GRAVI PER QUESTE IMPRESE CHE DARANNO LUOGO A PESANTISSIME RICADUTE SOCIALI ED A RISENTIRNE SARA’ L’INETERO INDOTTO. INFATTI IL SETTORE TURISTICO NON è UN COMPARTIMENTO STAGNO MA UNA FILIERA CON MOLTEPLICI CONNESSIONI E CIO’ ESPRIME IL RISCHIO DI CROLLO ECONOMICO ANCHE NEI SETTORI AD ESSO COLLEGATI.

RISULTA PERTANTO INDISPENSABILE

RIDEFINIRE LE MISURE, COME QUALCOSA DI STRAORDINARIO AL DI FUORI DEI NORMALI RISCHI PREVEDIBILI, E TROVARE RISPOSTE CONCRETE E SODDISFACENTI PER LA SOPRAVVIVENZA DI QUESTO SETTORE, OVVERO LA CANCELLAZIONE DI TUTTE LE IMPOSTE RELATIVE ALL’ ANNO 2020, SOSTEGNI ALLA LIQUIDITA’ CON MECCANISMI DI GARANZIA ANCHE REGIONALI, E BONUS FISCALI ALLE FAMIGLIE CHE SCELGONO DI TRASCORRERE LE VACANZE IN ITALIA.

DUNQUE RAPIDITA’ E DETERMINAZIONE VERSO SOSTEGNI MAGGIORMENTE INCISIVI IN SOCCORSO A MIGLIAIA DI IMPRESE CHE RISCHIANO DI SCOMPARIRE E PER LE QUALI RISULTA INDISPENSABILE CONSEGUIRE IN TEMPI CELERI SOLUZIONI PERCORRIBILI."


Il presidente Provinciale,

Fenimprese Salerno

Carmen Mottola

Lascia il tuo commento
commenti