Il 30 aprile ricorre la Giornata Internazionale del Jazz.

Dagli Oscar del cinema alla musica Jazz

Le note del jazz favoriscono il dialogo interculturale.

I Piccoli
Cilento giovedì 06 maggio 2021
di Ilaria Lembo
Soul
Soul © Disney Pixar

Ogni anno, dal 1929, l’Academy of Motion Picture Arts and Science (AMPAS) di Berverly Hills assegna a film, registi e interpreti, selezionati attraverso le nominations, il premio Oscar, la nota statuetta che costituisce l’Academy Award.

Quest’anno il vincitore della categoria “Miglior film d’animazione” è Soul, diretto da Pete Docter e co-prodotto da Pixar Animation Studios e Walt Disney Pictures.

Il film racconta la storia di Joe Gardner, un musicista jazz, insegnante di musica in una scuola media, che desidera suonare in un famoso locale jazz di New York, ma, prima di realizzare tale sogno, sarà costretto ad affrontare un fatale imprevisto.

In attesa di poter vedere questo film e goderne la magia della musica, ci piace ricordare che il 30 aprile ricorre la Giornata Internazionale del Jazz: era il 2011 quando l’Unesco decise di introdurre questa giornata, promossa dal pianista e compositore statunitense Herbie Hancock, per valorizzare la conoscenza di questo genere di musica, che affonda le sue origini nella cultura afroamericana degli inizi del Novecento.

Spesso consideriamo il jazz un genere musicale talmente complesso e raffinato da non essere accessibile a chi non possiede determinate competenze. Ma, sebbene la competenza sia un elemento importante nella fruizione di un’opera artistica, non dobbiamo dimenticare che la musica, in ogni sua accezione, è capace di comunicare con le persone, superando limiti e barriere culturali. Allora, perché non celebrare questa giornata dedicata al jazz lasciandosi coinvolgere dal suo “soul” e dalla sua capacità di favorire il dialogo interculturale?

Ilaria  Lembo

Lascia il tuo commento
commenti