Per vincere la sfida bisogna essere muniti di telescopio e tenacia

​Cielo di marzo: cos’è la Maratona Messier?

"La Maratona Messier quindi è una specie di gara tra astrofili - gli appassionati d'astronomia - in cui si cerca di osservare tutti i 110 oggetti presenti nel catalogo in una sola notte."

I Piccoli
Cilento giovedì 19 marzo 2020
di Gina Chiacchiaro
Maratona Messier
Maratona Messier © web

Ogni anno il mese di marzo offre agli amanti delle stelle la possibilità di sfidarsi nella cosiddetta Maratona Messier. Ma di che si tratta? Scopriamolo insieme…

Nel XVIII secolo, un "cacciatore di comete" chiamato Charles Messier pubblicò un catalogo, il Catalogo Messier appunto, che comprendeva 110 oggetti fissi (stelle, nebulose, galassie, ecc...) che potevano comparire nella volta celeste. Tale catalogo avrebbe aiutato altri "cacciatori" come lui a non confondere questi oggetti celesti per comete.

La Maratona Messier quindi è una specie di gara tra astrofili - gli appassionati d'astronomia - in cui si cerca di osservare tutti i 110 oggetti presenti nel catalogo in una sola notte.

Si tratta di una vera e propria sfida, poiché per rintracciare il maggior numero di corpi celesti occorre superare molte difficoltà oggettive:

Condizioni atmosferiche avverse (nuvole, scarsa visibilità ecc...)

Freddo

Sonno

Per affrontare la Maratona Messier dunque non serve solo essere appassionati di astronomia, ma occorre dotarsi di attrezzature adeguate (non solo telescopi, ma anche indumenti abbastanza pesanti) ed essere in grado di gestire una lunga notte insonne.

QUANDO SI TIENE LA MARATONA MESSIER?

Gli oggetti elencati da Messier compaiono distribuiti per tutto l'emisfero boreale. Ma solo in un certo periodo di marzo - che cambia di anno in anno- è possibile scorgerli tutti assieme.

Nel 2020 la notte prescelta sarà quella tra il 21 e il 22 marzo.

Lascia il tuo commento
commenti