MARTEDì 30 APRILE ALLE ORE 21 A SAN MARCO IN PIAZZA COMUNALE

LE NINFE DELLA TAMMORRA IN CONCERTO PER “CASTELLABATE IL LUOGO DELL’INCANTO”

Uno spettacolo gratuito, inserito nel vasto programma della rassegna “Castellabate il luogo dell’incanto” diretta da Girolamo Marzano, promossa dall’Assessorato al turismo e alla cultura del comune e co-finanziata con i Poc...

Attualità
Cilento domenica 28 aprile 2019
di La Redazione
Le ninfe della Tammorra
Le ninfe della Tammorra © Unico

L’atteso concerto de “Le ninfe della Tammorra” si appresta ad accompagnare, con ritmo, il lungo ponte festivo e turistico nel comune di Castellabate. Uno spettacolo gratuito, inserito nel vasto programma della rassegna “Castellabate il luogo dell’incanto” diretta da Girolamo Marzano, promossa dall’Assessorato al turismo e alla cultura del comune e co-finanziata con i Poc della Regione Campania. L’esibizione di un parterre tutto al femminile è in programma martedì 30 aprile dalle ore 21 in Piazza Comunale a San Marco di Castellabate. Le Ninfe della Tammorra rappresentano un esempio della ricerca musicale profondamente inserita nella tradizione partenopea e mediterranea, grazie ad un uso efficace del linguaggio musicale e del teatro-danza e all’evocazione delle sonorità di strumenti tradizionali quali organetto, fisarmonica, chitarra battente, tamburi a cornice e con strumenti appartenenti a culture musicali diverse come il berimbau, la darbuka, il bouzouki, ed il cajon. Lo spettatore viene travolto dal talento del gruppo di artisti, fondato e diretto da Serena Della Monica, che ha all’attivo numerose tournèe sia in Italia che all’estero e che ha riscosso sempre un grande successo di critica e il favore del pubblico. Un emozionante viaggio da non perdere, tra le danze rituali e i canti del Sud Italia, dalla Tammurriata alla Pizzica Pizzica, alle storie di briganti, a stornelli e serenate.

L’assessore al turismo e alla cultura Luisa Maiuri commenta così l’appuntamento musicale: «Uno spettacolo dall’atmosfera coinvolgente e affascinante, dove il ritmo dei tamburi, le voci ammalianti e la musica ipnotica entusiasmano sin dall'inizio lo spettatore più esigente. Una full immersion nella travolgente terra nostra del Sud, che Castellabate, il luogo dell’incanto, sa perfettamente rappresentare».

Lascia il tuo commento
commenti