Vivo in Russia perché lavoro al consolato italiano. Posso vantare una conoscenza alta della lingua russa

Francesco Bruno, un giovane con una lunga strada di possibili successi davanti a sé

La mia passione linguistica va ben oltre, visto che studio 12 lingue: Russo, Ucraino, Bulgaro, Polacco, Portoghese Spagnolo, Francese, Inglese, Italiano, Cinese, Rumeno, Tedesco

Cultura
Cilento lunedì 20 giugno 2022
di La Redazione
Francesco Bruno
Francesco Bruno © Unico Settimanale

Francesco, presentati ai nostri lettori ...
Voglio iniziare ringraziando le persone che hanno creduto in me e che mi sono state vicino durante la mia crescita mentale e professionale. Sono felice e grato oggi che posso condividere con tutti voi lettori parte della mia storia ...
Sono un ragazzo di 26 anni originario della provincia di Salerno, precisamente della bellissima cittadina marittima di Agropoli. Nonostante da pochi mesi mi sia trasferito in Russia per lavoro, continuo a portare valore alla mia terra d'origine di cui sono molto orgoglioso: il Cilento, territorio che ha tanto da offrire.
    Attualmente dove vivi e lavori?
Vivo in Russia perché lavoro al consolato italiano. Posso vantare una conoscenza alta della lingua russa. Ma la mia passione linguistica va ben oltre, visto che studio 12 lingue come testimoniano le mie interviste radiofoniche, giornalistiche e su vari canali youtube: Russo, Ucraino, Bulgaro, Polacco, Portoghese Spagnolo, Francese, Inglese, Italiano, Cinese, Rumeno, Tedesco.
    Quali sono, oltre allo studio delle lingue?
Sono un grande appassionato di geopolitica e intelligence, non a caso il mio corso magistrale conseguito a Torino è sulla "Comunicazione Internazionale per lingue straniere".
Come e’ proseguito il tuo corso di studio?
Successivamente ho iniziato un master diplomatico col quale ho avuto la bellissima possibilità di conoscere consoli e ambasciatori ancora in carica.
    Cos'altro hai fatto?
Quest'anno fra i miei tanti obiettivi, oltre a scrivere due libri, ho avuto una possibilità entrare nell'ordine dei Templari. Ciò è risultato possibile grazie all'aiuto dell'ex ambasciatore del Venezuela dell'ordine, Ercole Garofalo, una persona davvero di valore che può vantare di essere un imprenditore di successo, un inventore e membro di ben 3 ordini di Malta. Entrare in questi ordini non è facile come sembra, bisogna avere almeno 3 persone già membri che possano permettervi l'inserimento. Grazie al ruolo che ricopre il Signor Garofalo, a me è bastata una sua parola affinché anch'io ne diventassi parte.
    Entrare nell'ordine dei Templari come ha aiutato e aiuterà’ la tua carriera?
Per me rappresenta un grande onore poter conoscere persone di un certo calibro con le quali potrò crescere e quindi diventare una persona migliore. Essendo un appassionato di PNL e crescita personale, reputo sia importantissimo ascoltare persone che hanno già raggiunto gli obiettivi a cui ardentemente ambisco. Per me ascoltare persone come il Signor Garofalo rappresenta una possibilità di avere informazioni di alta qualità che purtroppo non sono così diffuse nelle scuole. Dal mio punto di vista bisognerebbe divulgare più educazione che si può ottenere da questo tipo di persone. Avere una persona di supporto è molto importante per noi giovani per i quali cerco di essere un punto di ispirazione.
    Come la gente si rapporta con te?
Per me non c'è risultato più bello che ricevere messaggi da persone che, avendo ascoltato una delle mie interviste, mi ringraziano dicendomi che grazie ai miei consigli hanno ripreso lo studio di una determinata lingua, da qui capisco ancora di più il valore della frase "people over profits".
    Come e’ organizzato il tuo progetto di vita?
Bisogna avere sempre un obiettivo concreto in tutto quello che facciamo. Sapere la direzione verso cui stiamo andando è di estrema importanza per correggere e concepire eventuali errori che sono punti fondamentali per la propria crescita personale. Vi siete mai chiesti il perché le persone hanno paura di fare errori? io ho una mia risposta: molto spesso il nostro self- confidence dipende dai giudizi che le persone ci danno. Ecco perché bisogna continuare a lavorare su se stessi, imparare ad amarsi prima di tutto per poi conseguentemente essere amati dal mondo esterno.
    Come ti rapporti con i tuoi coetanei nati come te nel Cilento?
Il 1°consiglio che vorrei condividere è quello di non permettete a nessuno di dirvi che non potete. Le persone spesso dicono così perché fanno sì che i loro limiti diventino limiti anche degli altri. Quando studiavo alle elementari la mia ex maestra di inglese mi diceva che non ero portato per le lingue straniere e per la lingua inglese. Oggi ne studio 12 e vanto un livello C2 certificato dalla scuola internazionale di Oxford. Il 2°consiglio è che se volete stare al caldo, state vicino al fuoco! non circondatevi di persone che si lamentano e che vi trasmettono energia negativa. Abbiate il coraggio di sbarazzarvi di queste persone e di sostituirle con persone che sono fonte di ispirazione e che vi stimolano a fare di più. Dobbiamo capire che tutto ciò che ci circonda, inclusi noi, è costituito d'energia. Se frequentiamo persone che hanno alte vibrazioni energetiche noi ne saremo <<contagiati>> positivamente. Il 3°consiglio è scegliere un obiettivo che vi faccia paura e vi metta in una posizione scomoda. Se il vostro obiettivo non vi fa paura, allora non state pensando davvero in grande e in maniera abbastanza ambiziosa. Studiare le lingue straniere implica tante cose. Bisogna essere pronti a fare sbagli e correggerli, capitare in situazioni scomode e imbarazzanti e accettare soprattutto molte cose che sono differenti dalla nostra cultura e mentalità d'origine. Il 4° ed ultimo consiglio è quello di distinguere la motivazione dalla disciplina. Che voi ci crediate o no ... la motivazione e la passione non sono le chiavi del successo. La disciplina è ciò che può fare la differenza nella nostra vita e permette di raggiungere in modo concreto gli obiettivi che ci siamo messi di fronte. Pensate che io sia motivato quotidianamente quando devo studiare le mie 3 lingue della giornata? Assolutamente no ! Soprattutto quando torno a casa stanco e vorrei solo giacere tranquillo sul divano di casa. Ciò che mi spinge ad andare avanti è il mio perchè. Bisogna avere dei motivi concreti per cui stiamo facendo ciò che ci fa svegliare la mattina. Se tu ti svegli senza obiettivi, puoi anche tornare a dormire. Bisogna essere affamati e avere fuoco ogni giorno. Se qualcosa non va, Continua; se hai degli ostacoli, Continua! gli ostacoli ti renderanno più forte e ti faranno avvicinare al tuo obiettivo con una mente e una visione ancora più cosciente.
    Concludi tu questa intervista ...
Spero che il mio esempio possa essere utile ai tanti giovani del Cilento e non solo. Inoltre, voglio ringraziare il signor Garofalo grazie al quale tutto questo è stato possibile. 
 

Lascia il tuo commento
commenti