IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI CONVERGENZE SOCIETÀ BENEFIT HA APPROVATO I DATI GESTIONALI AL 31 DICEMBRE 20231

Convergenze Spa Benefit, nel 2023 ancora un passo nella direzione giusta

Crescono i ricavi della BU TLC e i Km di fibra posata. Migliora la marginalità complessiva della Società grazie all'ampliamento della clientela servita e alla redditività di entrambe le business unit

Economia
Cilento giovedì 01 febbraio 2024
di La Redazione
Rosario Pingaro
Rosario Pingaro © Settimanale Unico


CRESCONO I RICAVI DELLA BU TLC E I CHILOMETRI DI FIBRA POSATA
MIGLIORA LA MARGINALITA’ COMPLESSIVA DELLA SOCIETA’ GRAZIE ALL’AMPLIAMENTO DELLA CLIENTELA SERVITA E ALLA REDDITIVITA’ DI ENTRAMBE LE BUSINESS UNIT

  • •Ricavi: € 22,6 milioni (vs € 28,1 milioni FY2022)
  • Ricavi BU TLC: € 10,5 milioni (vs € 9,3 milioni FY2022), +12,9%
  • Ricavi BU Energia: € 12,1 milioni (vs € 18,8 milioni FY2022), decremento dei volumi ascrivibile solamente all’andamento del prezzo della materia prima energia

Oltre 9.200 km di fibra posata al 31 dicembre 2023 vs oltre 7.500 km al FY2022
Utenti su rete Convergenze: 50,0% di utenti su rete proprietaria (vs 51,5% FY2022)
Oltre 9.300 POD (punti di prelievo dell'energia elettrica) al 31 dicembre 2023 vs oltre 8.500 al FY20222, +9,4%
3,2 milioni di kWh venduti nel mese dicembre 2023 vs i quasi 2,7 milioni di dicembre 20222, +18,5%
Capaccio Paestum (SA), 31 gennaio 2024 – Il Consiglio di Amministrazione di Convergenze S.p.A. Società Benefit (EGM: CVG), operatore di tecnologia integrato attivo nei settori Telecomunicazioni ed Energia 100% green, presente sul territorio nazionale attraverso il brevettato network EVO (Electric Vehicle Only), ha esaminato i ricavi preliminari d’esercizio al 31 dicembre 2023 e alcuni principali KPI di business, non sottoposti a revisione contabile.
Rosario Pingaro, Amministratore Delegato e Presidente di Convergenze, ha così commentato: “Il 2023 è stato sicuramente un anno positivo per Convergenze, sia per la divisione energia sia per quella TLC. È stato un anno di crescita e di investimenti strategici. Siamo, infatti, cresciuti nei chilometri di fibra posata, nel numero di utenti sulla nostra rete per ciò che riguarda la divisione TLC, sono aumentati anche i POD e i kWh venduti in ambito energia. Inoltre, abbiamo lavorato nel corso dell’anno per la crescita del nostro business anche attraverso importanti collaborazioni, come quella con SUEZ Italy per l’implementazione e la gestione del sistema IOT di smart metering per l’automazione dei processi di lettura e gestione dei misuratori idrici attraverso la tecnologia LoRaWAN®, e accordi, come quello siglato con la società spagnola Agile Content per offrire contenuti di Intrattenimento, avviando così la nuova BU Media&Content Delivery Network. Abbiamo, inoltre, portato avanti il nostro progetto di investimento su giovani talenti del territorio grazie al progetto Academy. Il nostro obiettivo per i prossimi mesi è di continuare ad investire sulle nostre risorse per potenziare e accrescere la nostra presenza sul territorio nazionale”.
***
Convergenze S.p.A. S.B. chiude il 2023 con ricavi pari a € 22,6 milioni rispetto ai € 28,1 milioni dello stesso periodo del 2022.
Nel dettaglio, la BU TLC ha raggiunto ricavi per € 10,5 milioni (+12,9% rispetto a € 9,3 milioni del FY2022), mentre la BU Energia ha registrato ricavi pari a € 12,1 milioni rispetto a € 18,8 milioni del FY2022. La variazione in termini di fatturato della BU Energia è dovuta esclusivamente alla riduzione del costo della materia prima energia in Italia, che nel periodo di riferimento è calato di oltre il 58%3 rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente.
Nel 2023 si registrano, inoltre, servizi contrattualizzati pari a oltre 61.800, di cui oltre 51.000 per la BU TLC e oltre 10.800 per la BU Energia, in crescita rispettivamente del +16% (vs oltre 44.000) e del +10% (vs oltre 9.800).
Dato l’aumento delle anagrafiche complessive a seguito dell’acquisto del portafoglio clienti dalla controllata Positivo S.r.l. (cfr comunicato stampa del 23 maggio 2023), la percentuale di utenti presenti su rete FTTH e Wi-fi di proprietà pari al 50,0% rispetto al 51,5% del 31 dicembre 2022.
La rete in fibra ottica proprietaria si è ulteriormente ampliata nel corso del 2023, raggiungendo un’estensione complessiva di oltre 9.200 km, in crescita del +23,8% (vs gli oltre 7.500 km del 31 dicembre 2022).
Inoltre, a fine 2023, sono cresciuti del +9,4% il numero di POD (punti di prelievo dell'energia elettrica) arrivando a oltre 9.300 rispetto gli oltre 8.500 di fine 2022, mentre nel mese di dicembre 2023 sono stati venduti oltre 3,2 milioni di kWh, +18,5% rispetto i quasi 2,7 milioni di dicembre 2022.
Al fine di fornire ulteriori informazioni riguardo l’andamento del business della Società, si riportano di seguito le stime del management con riferimento all’EBITDA margin conseguito dalle singole BU nel corso del 2023.
In merito alla BU TLC, il dato elaborato è in linea con la tendenza registrata per i primi nove mesi del 2023 ed è collocabile all’interno di un EBITDA margin compreso tra il 27,5% e il 28,0%.
Per la BU Energia, il management stima una marginalità in crescita che si colloca in un EBITDA margin compreso tra il 2,0% e il 3,0%.
Tali valori indicano un deciso miglioramento rispetto ai risultati del primo semestre 2023, in particolare per la BU Energia, testimoniando il progressivo recupero delle perdite registrate precedentemente dalla BU stessa; tali risultati sono da ascriversi alle numerose misure, volte ad una maggiore efficienza, messe in atto dalla Società nel corso del 2023 e che sono ancora in atto. Si evidenzia che la stima per la BU Energia sconta inevitabilmente l’effetto dei bonus sociali imposti dal Governo e riconosciuti ai clienti finali in termini di note di credito, successivamente recuperati sulle fatture dei fornitori, e i quali sono soggetti a frequenti cambi della normativa nel calcolo e nel riconoscimento ai clienti stessi. Inoltre, il dato elaborato è influenzato dalle stime del ciclo attivo e passivo della BU Energia, le quali non sono ancora definitive alla data odierna a causa della latenza nella ricezione delle fatture, tipica delle logiche del mercato di riferimento.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette