Mi piace concludere questo breve ricordo con lo scritto con il quale Sonia, una sua amica, ha voluto salutarlo.

Giuffrida Farina, ci ha lasciato a causa di un infarto fulminante, il 1 di settembre 2021

Iniziò la sua collaborazione con UNICO nel 2015 con un articolo dal titolo "due liriche illustrate, dal carattere elettrico". L'ultimo è quello del 4 agosto 2021 dedicato al "Compositore tedesco Wagner".

Personaggi
Cilento martedì 28 settembre 2021
di Bartolo Scandizzo
Giuffrida Farina
Giuffrida Farina © web

Ho incontrato personalmente Giuffrida Farina in occasione della presentazione del libro "I Cilentani in Argentina" che Gina ed io scrivemmo in ricordo del nostro viaggio in America del Sud sulle tracce dei nostri conterranei che lì si ricostruirono la vita per loro e per i la loro discendenza . L'incontro fu organizzato dall'associazione "i Cilentani a Salerno", presieduta Pasqualino Capozzoli nell'aula magna dell'Istituto Santa Caterina, diretto da Annarita Carratiello. Fu un incontro veloce a causa del fatto che ero concentrato su cosa dire relativamente alla presentazione e alla soluzione di alcuni problemi tecnici ...

Salutai Giuffrida e sua moglie che lo accompagnava e mi feci promettere che sarebbe venuto in redazione per concederci tutto il tempo per approfondire la nostra conoscenza. Si allontanò appena finita la presentazione salutandomi con un cenno della mano che voleva confermare la promessa fatta ...

Mi aveva anticipato che sarebbe venuto all'incontro proprio per colmare un vuoto che durava fin da quando aveva iniziato a unito con il settimanale UNICO dove grazie a sua sorella Michela che, in quel tempo, lavorava alla poste nel settore delle spedizioni dove io e Lucio, settimanalmente, consegnavamo il numero di pacchi contenenti il ​​nostro giornale destinato agli abbonati.

Fu Michela che mi parlò di suo fratello che era uno studioso a tutto tondo e che coniugava ricerca scientifica, tutte le sue competenze musicali e quelle artistiche ... tutte le competenze necessarie per diventare un unicum che mi affascinarono e, come risultasse dal numero dei lettori che lo hanno letto sul sito settimanalmente, tanti altri.

Ed è stata Michela che a distanza di un mese circa dalla sua scomparsa mi ha chiamato in redazione per darmi la triste notizia che mi ha lasciato senza parole. Un infarto ha tratto un ottimo e scrupoloso collaboratore al nostro giornale, uno studioso al mondo delle arti strettamente collegate alla scienza e un uomo affettuoso alla sua famiglia.

Iniziò la sua collaborazione con UNICO nel 2015 con un articolo dal titolo "Due liriche illustrate, dal carattere elettrico". L'ultimo è quello del 4 agosto 2021 dedicato al "Compositore tedesco Wagner"

Mi piace con questo breve ricordo con lo scritto il quale Sonia, una sua amica, ha volutorlo:

"Sonieggiante. Sonievole amica, il tempo è una "Foscoliana" illusione: è come l'energia, non si sa cosa sia! 

"Queste le tue parole, che mi rimbombano nella testa da questo pomeriggio, in una giornata iniziata male e finita peggio! uscita di scena fulminea" non l'avevi prevista, ma nemmeno temuta! 

Hai vissuto a piene mani i tuoi sogni, accompagnato dalla tua cara Annetta, ma non hai mai perso l'abitudine di chiudere un discorso, lasciando un quesito sempre irrisolto. Amatissimo dai tuoi nipoti, dai tuoi studenti, dai tuoi amici... ma non si poteva fare altrimenti con te.

 Caro Dino mi mancheranno le "giuffridiane visioni", serberò con geloso orgoglio i tuoi messaggi simpaticamente filosofeggianti, la tua ultima opera di cui mi hai reso partecipe in questi ultimi mesi e tutti quei nostri piccoli momenti di disquisire..  Posso gridare a gran voce "Io un genio l'ho conosciuto davvero... era il mio amico GIUFFRIDA FARINA!"

Il ritratto di Giuffrida che Sonia ci ha posto davanti è quello di un uomo che avrebbe potuto conoscerlo meglio per godercelo fino in fondo e non solo erudendoci leggendo settimanalmente i suoi articoli pubblicati su questo giornale.

In ogni caso, caro Giuffrida, ti dobbiamo un grazie per aver scelto UNICO come "megafono" della tua voglia di dare al mondo segni tangibili della tua bella esistenza tratteggiata dall'amore della ricerca.

Lascia il tuo commento
commenti