“Ogni settimana torno nel collegio in cui sono stata eletta. La mia segreteria corrisponde al mio telefono portatile”

Intervista a Marzia Ferraioli

Sono componente della Commissione Giustizia. Tutta la mia attività parlamentare è facilmente reperibile nella mia scheda personale sul sito www.camera.it.

Politica
Cilento mercoledì 26 settembre 2018
di Bartolo Scandizzo
Marzia Ferraioli
Marzia Ferraioli © Unico

Gentile Onorevole,

a cinque mesi dalla sua elezione al Parlamento, ci fa piacere dare l’opportunità ai nostri elettori di conoscere le iniziative legislative e come ha organizzato i suoi rapporti con il territorio dell’area compresa nel perimetro del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, zona di cui ci occupiamo settimanalmente.

Intanto, ci dica come è cambiata la sua vita, sia relativamente al lavoro sia alla sua organizzazione familiare … Con colleghi di lavoro, amici e parenti se e come si sono modificati i rapporti?

È cambiato solamente il lavoro.

In quale commissione parlamentare opera e quali proposte di legge ha sottoscritto come singolo parlamentare o in concerto con altri colleghi?

Sono componente della Commissione Giustizia. Ho presentato due proposte di legge come primo firmatario: "Modifiche alla legge 22 aprile 1941, n. 633, e al testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, in materia di riproduzione abusiva di opere cinematografiche o audiovisive" e "Modifiche agli articoli 115 e 117 del codice dei beni culturali e del paesaggio, in materia di svolgimento dei servizi di guida e assistenza didattica". Ho sottoscritto diverse proposte di legge dei colleghi: Carfagna, Gelmini, Santelli, Palmieri, Zanettin, Novelli e Paolo Russo. Alcune interessano particolarmente il territorio campano altre riguardano le piccole e medie imprese, la scuola, la sanità, l’innovazione tecnologica, contrasto al fenomeno delle mafie e delle altre associazioni criminali.

Tutta la mia attività parlamentare è facilmente reperibile nella mia scheda personale sul sito www.camera.it.

Ho presentato come primo firmatario anche diverse interrogazioni parlamentari.

Chi sono i suoi compagni di “banco” in assemblea plenaria e da dove provengono?

Accanto a me siedono gli onorevoli: Angelucci, Nissoli, Fasano, Sibilia, Casino.

Chi sono i suoi collaboratori e con quali criteri li ha scelti?

Li ho scelti in base alla esperienza e alla competenza.

Torna regolarmente nel collegio in cui è stata eletta e dove ha posto la sua segreteria?

Ogni settimana; la mia segreteria corrisponde al mio telefono portatile.

Con quali sindaci del territorio ha rapporti e che tipo di richieste le sono pervenute?

Con tutti i sindaci che mi chiamano. (Anche quelli che appartengono ad altri movimenti politici perché mi

devo occupare delle esigenze di tutto il territorio e non solo di chi mi ha votato).

Finora quanti suoi elettori o simpatizzanti ha incontrato in modo individuale?

Non mi metto a contare…

A quanto ammonta la retribuzione di un parlamentare? Lei suddivide le risorse mensilmente?

La retribuzione di un parlamentare si può consultare facilmente dal sito internet della Camera dei

deputati.

Quali sono state le iniziative pubbliche a cui ha preso parte e dalle quali ha preso ispirazione per elaborare il suo lavoro parlamentare?

Il mio lavoro parlamentare è stato programmato quando ho deciso di candidarmi.

Come giudica l’operato dell’attuale Governo in merito alle problematiche del nostro territorio come

l’ambiente, il turismo, l’agricoltura, l’occupazione giovanile …

Il governo è in carica da 100 giorni. Ancora non sono in grado di dare indicazioni.

Come ha vissuto le iniziative del Governo in merito alle emergenze nazionali (ILVA, Ponte Morandi, Migranti, Vaccini, Decreto dignità …) di questi primi mesi?

Sul Decreto dignità il giudizio del mio movimento è stato fortemente negativo, è un provvedimento contro i lavoratori e le imprese che aumenta la disoccupazione e il lavoro nero. Sui Vaccini abbiamo vinto una battaglia di civiltà ed il Governo è stato costretto ad una clamorosa retromarcia. Sulle altre tematiche è ancora presto per dare giudizi.

Il governo si fonda su un “contratto” sottoscritto dai leader di Lega e M5S. Se potesse modificare qualche punto, quali cambierebbe? Al contrario, se avesse la possibilità di inserirne altri, come integrerebbe l’accordo?

Non avrei mai potuto stipulare un contratto. Da giurista escludo che si possa ricorrere ad un 'contratto' per formare un governo.

Nella nostra realtà sono situati 80 comuni che comprendono oltre 130 borghi. La stragrande maggioranza di essi è colpito dal fenomeno dell’inesorabile decremento demografico. Quali iniziative intende intraprendere per invertire la tendenza?

Occorre incentivare il turismo e la formazione ma credo che molti giovani si stiano orientando in questa direzione.

L’Ente PNCVDA ha competenze diffuse su di una delle più grandi “regioni” verdi d’Europa. Quali contatti ha avuto, o pensa di avere, con il presidente, Tommaso Pellegrino, il Presente della Comunità del Parco, Salvatore Iannuzzi, e i componenti del Direttivo al fine di concordare azioni in favore delle aree comprese nel perimetro del parco?

Al momento contatti telefonici e incontri informali.

Invii un saluto ai suoi elettori ed ai cittadini che vivono nell’area del PNCVDA.

Li aggiorno e li saluto quotidianamente attraverso le mie pagine Facebook.

Lascia il tuo commento
commenti