La competizione appare avvincente più che mai anche se i pronostici, a meno di clamorose sorprese, sembrerebbero volgere a favore del duo Bagini-Josca

Albanella: novità politiche

Bagini in particolar modo sembra essersi notevolmente rafforzato rispetto alla precedente competizione elettorale che lo vide perdere di poco.

Politica
Cilento venerdì 10 maggio 2019
di La Redazione
Albanella
Albanella © n. c.

La divisione tra l’attuale Sindaco, dott. Renato Josca, ed il suo vice Pasquale Mirarchi ha fatto sì che questa competizione elettorale si trasformasse in una corsa a tre. Le liste sulla scheda elettorale saranno rispettivamente la numero 1 (capeggiata da Pasquale Mirarchi), la n. 2 (capeggiata da Enzo Bagini) e la n. 3 (capeggiata da Renato Josca). La competizione appare avvincente più che mai anche se i pronostici, a meno di clamorose sorprese, sembrerebbero volgere a favore del duo Bagini-Josca. Bagini in particolar modo sembra essersi notevolmente rafforzato rispetto alla precedente competizione elettorale che lo vide perdere di poco. L'unione con la Lista dell'avv. Lanza che con signorilità gli ha ceduto lo scettro di unico e principale concorrente e l'entrata in lista di due candidati dal sicuro peso elettorale quali Giovanni Mazza già recordman di preferenze e di Vito Capozzoli politico navigato che ancora riveste appeal in tanta parte moderata dell'elettorato sembrerebbe far volgere le previsioni verso una sicura vittoria di Enzo Bagini. Il bagno di folla di qualche giorno fa in occasione della presentazione della lista elettorale avvenuta presso il ristorante Mimosa sembrerebbe corroborare tali pronostici. La presenza poi di candidati che hanno già provato il proprio peso elettorale, quali Michele Cerruti, Gabriella De Rosa e Veronica Cammarano, oltre all'innesto di giovani eccellenti quali Teresa Cammarano, Dino Verrone e Stefano Lanza, e la presenza di Rosario Verderame ed Anna Tierno che potrebbero riservare piacevoli sorprese, non fa altro che rafforzare la sensazione avanti descritta. Non si sottovaluti ad ogni modo la capacità del dott. Josca, il quale ha dalla sua esperienza e l'utilizzo a suo favore della macchina amministrativa. Sebbene in difficoltà a seguito della scissione con Mirarchi lo stesso prova a far leva sul campanilismo e sull'utilizzo di alcune leve che di fatti hanno da sempre avuto successo s’un certo tipo di elettorato. Quindi asfalti a go go anche a strade private, pali della illuminazione, incarichi professionali dell'ultima ora. La lista è poi arricchita dalla presenza di imprenditori del calibro di Edoardo Vito dal quale ci si aspetta un lusinghiero successo personale. Non si dimentichi la presenza importante poi di Paola Zunno, di Domenico Scorziello e Sofia Gorrasi. Non altrettanto forte sembrerebbe la lista nella frazione Matinella, dove storicamente il dott. Josca ha sempre raccolto poco e l'assenza a suo fianco di Pasquale Mirarchi potrebbe non dare i risultati sperati in termini di consenso elettorale. Questo nonostante la presenza di Carolina Cammarano persona di assoluta qualità ma ancora scarsamente conosciuta nel tessuto sociale matinellese. Da ultimo Pasquale Mirarchi, il quale pur tra mille peripezie ha messo in piedi la sua lista, sebbene composta da 11 e non 12 componenti. Lo stesso chiama i suoi elettori ad un vero e proprio plebiscito sulla sua persona e a tal fine non sembra badare a spese. Campeggiano agli angoli del paese infatti le sue vele sulle quali troneggia la sua imponente figura. Sarà un risultato che confermerà definitivamente le sue aspirazioni politiche o piuttosto sarà un flop. Agli elettori l'ardua sentenza!

Lascia il tuo commento
commenti