A Campagna la BCC di AQUARA ricorda le vittime della Shoah

Ieri pomeriggio, presso la Chiesa Monte dei Morti – Beata Vergine del Carmelo, si è tenuto un incontro ricco di contenuti formativi di spessore e di particolari e curati intermezzi artistici musicali.

IL PUNTO DI VISTA ECONOMICO di Antonio Marino, Direttore della Bcc di Aquara
Cilento - lunedì 03 febbraio 2020
Nella foto, il dg Marino e la vicepresidente Baldino insieme agli organizzatori
dell'evento "Il tempo della memoria" di Campagna
Nella foto, il dg Marino e la vicepresidente Baldino insieme agli organizzatori dell'evento "Il tempo della memoria" di Campagna © Unico

Campagna ricorda le vittime della Shoah in una giornata dedicata alla memoria: ieri pomeriggio, infatti, presso la Chiesa Monte dei Morti – Beata Vergine del Carmelo, si è tenuto un incontro ricco di contenuti formativi di spessore e di particolari e curati intermezzi artistici musicali e che ha visto anche la partecipazione del direttore generale Antonio Marino della Bcc di Aquara, sponsor ufficiale dell'evento denominato "Il tempo della memoria – la musica che libera". "La mia presenza e della vicepresidente Lucia Baldino testimonia l'attaccamento alla comunità e la capacità della nostra Banca di creare sinergie con le diverse istituzioni locali. La Bcc di Aquara anche quest'anno ha così contribuito alla realizzazione di un importante progetto che si rafforza anno dopo anno e che contribuisce senz'altro allo sviluppo culturale e sociale del territorio, che tanto ci sta a cuore". La manifestazione, a cui erano presenti il preposto della filiale di Campagna Sabatino Doto, i dipendenti Nunzia Fuoco, Andrea Marino, Raniero Ciaglia e Simonetta D'Ambrosio, si è aperta con i saluti del sindaco di Campagna Roberto Monaco, di Virgilia Remolino, presidente del Rotary Club Campagna Valle del Sele e di Marcello Naimoli, direttore del Museo Itinerario della Memoria e della Pace, realizzato all'interno del Complesso Monumentale di San Bartolomeo. Successivamente si è tenuta la presentazione del libro "Tradotti agli estremi confini – Musicisti ebrei internati nell'Italia fascista" a cura del maestro Raffaele Deluca, musicologo e docente del Conservatorio di Rovigo ed il concerto musicale con Giuseppe Fagnocchi al pianoforte, Genadi Gershkovich al violino e Valeria Bonanno al violoncello in memoria delle vittime dell'Olocausto.

Lascia il tuo commento
commenti