Educazione al consumo digitale. Avviato il Progetto. On line la piattaforma. Oggi primo webinar.

Educazione al consumo digitale. Avviato il Progetto. On line la piattaforma. Oggi primo webinar.

Il Progetto vuole favorire la cittadinanza computerizzata, educando e sensibilizzando giovani e adulti al consumo consapevole e sostenibile

Cilento - mercoledì 13 ottobre 2021
Educazione digitale locandina
Educazione digitale locandina ©

Educazione al consumo digitale. Avviato il Progetto. On line la piattaforma. Oggi primo webinar.

E’ stato avviato il progetto Mise – MI sull’educazione al consumo digitale. Il Progetto vuole favorire la cittadinanza computerizzata, educando e sensibilizzando giovani e adulti al consumo consapevole e sostenibile nell’ambito dell’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole secondarie. Il ciclo dei venti webinar si è aperto con il programma di Educazione Digitale, Nell’area riservata di “sapereconsumare” sono già aperte le iscrizioni ai primi cinque webinar. Il primo si terrà oggi, mercoledì 13 ottobre, alle ore 15.

 

Le azioni del vivere oggi passano tutte dai canali digitali. Il dato reale risulta traslato, filtrato dalla rete e porta a vivere una esperienza d’insieme nuova. Siamo tutti coinvolti inevitabilmente, in qualità di attori, nel processo di mutazione progressiva e incessante. Servizi digitalizzati e diffuse modalità di acquisto hanno fortemente spinto il contesto socio-economico e culturale. Tutto ciò richiede continuamente di acquisire conoscenze e abilità della rete, cardine funzionale per assumere la poliedricità delle ricchezze digitali. Il Quadro Europeo delle Competenze Digitali per Consumatrici e Consumatori, messo a punto dall’UE, va proprio in questa direzione e si propone come punto di riferimento per sostenere e migliorare il know how digitale inteso come l’insieme di strumenti utili ad agire in modo consapevole e sicuro negli ambienti e nel mercato digitali. L’appropriazione di tali strumenti comporta una crescita personale tangibile, al contrario la loro scarsa conoscenza può aumentare sensibilmente il divario all’interno della società. In Italia il digital divide è più profondo che in altri Paesi e rappresenta un freno allo sviluppo dell’intera società. Ridurlo, sviluppando competenze chiave, favorisce la genesi e la diffusione della cittadinanza attiva e di una partecipazione più inclusiva alla vita democratica del Paese. La scuola svolge un compito primario in questo senso. Contribuisce, infatti, a formare le nuove generazioni di cittadine e cittadini consapevoli dei pro e anche dei contro di Internet. Ad essa è rivolto questo percorso di educazione all’uso del digitale svolto da istituzioni italiane impegnate, al fianco dell’Unione Europea, a potenziare le competenze digitali di cittadine consumatrici e cittadini consumatori”. E’ on line la piattaforma Saper(e)Consumare. E’ stato avviato il progetto Mise – MI sull’educazione al consumo digitale. È stato promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico e realizzato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e con il supporto operativo di Invitalia, per favorire la cittadinanza digitale, educando e sensibilizzando giovani e adulti al consumo consapevole e sostenibile nell’ambito dell’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole secondarie di I e II grado. AGCM, AGCOM, Banca d’Italia, Dipartimento trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio, ENEA e ISPRA sono i partner istituzionali coinvolti per la realizzazione del progetto. Un progetto di sicuro largo interesse col fine di trattare temi di grande attualità che possano contribuire all’arricchimento di contenuti e competenze degli studenti. Trattasi di un percorso di informazione e formazione su quattro aree tematiche: educazione digitale, diritti dei consumatori, consumo sostenibile e educazione finanziarie. La piattaforma online www.sapereconsumare.it consentirà di praticare l’itinerario sull’educazione al consumo. I Proff. saranno supportati in questa iniziativa con la disponibilità di risorse e materiali didattici a garanzia della necessaria autonomia. Fra l’altro si contano a supporto anche 20 webinar per confrontarsi con esperti, nonché strumenti pronti ad essere utilizzati per lavorare in classe con le studentesse e gli studenti attraverso un approccio multidisciplinare. Il primo webinar è in programma il 13 ottobre, alle ore 15, e sarà dedicato al tema dell’Educazione Digitale. Le migliori idee e progetti verranno premiati con contributi che potranno essere utilizzati dalle scuole per potenziare tecnologie e promuovere competenze digitali.  È un progetto interdisciplinare che si propone di potenziare la cittadinanza digitale e orientare le nuove generazioni a un modello di consumo circolare in una società più innovativa, sostenibile ed equa.  È un progetto di educazione all’uso del digitale per un consumo consapevole e sostenibile. Nasce dal  protocollo di intesa del 14 dicembre 2020 tra  Ministero dello Sviluppo Economico e Ministero dell’Istruzione. Un accordo che definisce le linee guida della collaborazione volta a divulgare e sviluppare, nella scuola italiana, l’educazione digitale per incentivare comportamenti responsabili, consapevoli e sostenibili di consumo. Obiettivo fondamentale del progetto e delle attività a corredo si riconosce nella determinazione della formazione di cittadine e cittadini coscienti e competenti, partendo proprio dalla generazione in età scolare, con un focus primario sull’uso corretto del digitale. Si è recentemente tenuta la video-conferenza di presentazione delle attività e del portale dedicati all’Educazione all’uso del digitale in un’ottica di Consumo Consapevole e Sostenibile. L’evento si è svolto in modalità digitale. Il ciclo dei venti webinar si è aperto con il programma di Educazione Digitale, Nell’area riservata di sapereconsumare sono già aperte le iscrizioni ai primi cinque webinar. Il primo webinar si terrà oggi, mercoledì 13 ottobre, alle ore 15. E’ ineludibile il digitale nella scuola e nella società. La condizione emergenziale pandemica ci ha resi ancora più consapevoli di questo dato. Oggi, grado a grado,  la nostra consapevolezza va traducendosi sempre più in dinamiche concrete, entro le quali il digitale assume connotati di assoluto protagonismo.

Emilio La Greca Romano

Lascia il tuo commento
commenti